Pensioni ultime notizie, ecco quali sono le novità su riscatto della laurea e pace contributiva


pensioni riscatto laurea pace contributiva

Con la conversione del decretone contenente la riforma delle pensioni, arrivano delle importanti novità su riscatto della laurea e pace contributiva. Cosa cambia rispetto al testo originale? L’approvazione del decreto contenente sia la riforma del sistema pensionistico che il reddito di cittadinanza, è avvenuta con 150 sì, 107 no e 7 astenuti. Le modifiche più rilevanti sono state apportate in tema di reddito di cittadinanza, ma ci sono delle novità anche riguardo le pensioni. Scopriamo dunque cosa cambia per quanto riguarda il riscatto della laurea e la pace contributiva.

PENSIONI ULTIME NOTIZIE, COSA CAMBIA PER QUANTO RIGUARDA IL RISCATTO DELLA LAUREA E LA PACE CONTRIBUTIVA CON LA CONVERSIONE DEL DECRETO IN LEGGE

A subire delle modifiche, rispetto a quanto riportato nel decretone, sono le modalità per il riscatto della laurea agevolato. Nella conversione in legge, è stato abbandonato il tetto di 45 anni di età per poter accedere alle agevolazioni. Questo da parte di quei lavoratori che hanno dato inizio alla loro carriera dopo il 1996. Dunque, con il riscatto della laurea agevolato, è possibile riscattare il periodo relativo agli studi universitari con poco più di 5mila euro l’anno. Questo vale però solo per il numero di anni che costituiscono la durata massima del corso di studi e per i periodi che ricadono nel calcolo pensionistico contributivo.

Cosa cambia per quanto riguarda invece la pace contributiva? Questa possibilità consente di riscattare, per il triennio 2019-2021, e in maniera agevolata, dei periodi di discontinuità lavorativa che non sono coperti da contribuzione pensionistica. Tale possibilità è valida per un massimo di 5 anni che non devono essere necessariamente continuativi. Le imprese possono sfruttare tale possibilità come premi per i lavoratori.

L’onere che viene speso per il riscatto di periodi in cui non c’è contribuzione, è detraibile dall’imposta lorda da parte di coloro che sostengono la spesa al 50% in cinque quote annuali costanti e di pari importo. L’importo del riscatto può essere versato dai lavoratori a rate o in un’unica soluzione. Nell’iter di conversione del decreto in legge, le rate sono passate da un massimo di 60 a 120, da versare in 10 anni e non 5.

Il riscatto di questi contributi può essere utile ai fini del pensionamento anticipato. Con la nuova riforma delle pensioni, i lavoratori hanno a disposizione diverse possibilità per lasciare il lavoro prima del previsto. Ci sono le pensioni quota 100, con le quali si può uscire a 62 anni con 38 anni di contributi versati. Con la pensione anticipata gli uomini possono lasciare il posto di lavoro con 42 anni e 10 mesi di contributi e le donne con 41 anni e 10 mesi. C’è poi anche l’opzione donna, per le lavoratrici con 58 anni di età (59 se autonome) e 35 anni di contributi versati.

Leggi altri articoli di Economia

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close