Pensioni gennaio e febbraio 2021, le date dei pagamenti

pagamenti pensione gennaio e febbraio 2021

Le pensioni di gennaio e febbraio 2021 saranno pagate in anticipo come nei mesi scorsi, a causa dell’emergenza Covid che sta imperversando in Italia e nel mondo. Una buona notizia, dunque, per i titolari di pensioni che già oggi possono conoscere il calendario ufficializzato dall’Inps. Scopriamo allora le ultime novità per quanto riguarda i pagamenti delle pensioni 2021 e sulle modalità di ritiro.

Pensioni gennaio e febbraio 2021, le date dei pagamenti

Si tratterà di pagamenti anticipati, proprio per evitare assembramenti alle Poste e diminuire così i rischi di contagio. In tempi di Coronavirus, l’Inps ha deciso di dare a Poste Italiane la possibilità di pagare a scaglioni i contribuenti titolari di pensioni. Il criterio è sempre lo stesso adottato nei mesi scorsi, ovvero quello dell’ordine alfabetico che andrà seguito scrupolosamente. Per i primi due mesi del nuovo anno il pagamento delle pensioni avverrà:

  • per il mese di gennaio 2021, dal 28 dicembre 2020 al 2 gennaio 2021
  • per il mese di febbraio 2021, dal 25 gennaio al 30 gennaio 2021

In questi giorni dedicati al pagamento delle pensioni di gennaio e febbraio 2021, i contribuenti dovranno poi seguire l’ordine alfabetico reso noto dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale recandosi allo sportello per il ritiro dell’importo spettante.

Pensioni gennaio e febbraio 2021, come funziona per le pensioni di invalidità

A partire dal mese di novembre e fino al termine dello stato di emergenza legato al Covid 19, i pagamenti mensili superiori a 1.000 euro delle prestazioni di invalidità civile corrisposte dall’Inps potranno essere riscossi in contanti direttamente agli sportelli bancari e di Poste Italiane. Sempre per il periodo di emergenza, i cittadini di età pari o superiore a 75 anni potranno chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il proprio domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri.

Pensioni gennaio e febbraio 2021, modalità di ritiro

Oltre al già citato ritiro presso le Poste, che ad oggi resta la possibilità più gettonata da parte dei contribuenti, la pensione può essere accreditata dall’Inps direttamente sul conto corrente. In questo caso, coloro che hanno optato per questa possibilità, si vedranno accreditare la pensione di gennaio e di febbraio nel primo giorno lavorativo del mese. Per loro non sarà previsto insomma il pagamento anticipato.

Insomma altri due mesi di pagamento di pensione anticipati, per andare incontro agli italiani e per cercare di rispettare le norme anti contagio, ancora oggi considerate fondamentali per contrastare l’epidemia.

Pensioni gennaio e febbraio 2021, le date dei pagamenti

Si tratterà di pagamenti anticipati, proprio per evitare assembramenti alle Poste e diminuire così i rischi di contagio. In tempi di Coronavirus, l’Inps ha deciso di dare a Poste Italiane la possibilità di pagare a scaglioni i contribuenti titolari di pensioni. Il criterio è sempre lo stesso adottato nei mesi scorsi, ovvero quello dell’ordine alfabetico che andrà seguito scrupolosamente. Per i primi due mesi del nuovo anno il pagamento delle pensioni avverrà:

  • per il mese di gennaio 2021, dal 28 dicembre 2020 al 2 gennaio 2021
  • per il mese di febbraio 2021, dal 25 gennaio al 30 gennaio 2021

In questi giorni dedicati al pagamento delle pensioni di gennaio e febbraio 2021, i contribuenti dovranno poi seguire l’ordine alfabetico reso noto dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale recandosi allo sportello per il ritiro dell’importo spettante.

Pensioni gennaio e febbraio 2021, come funziona per le pensioni di invalidità

A partire dal mese di novembre e fino al termine dello stato di emergenza legato al Covid 19, i pagamenti mensili superiori a 1.000 euro delle prestazioni di invalidità civile corrisposte dall’Inps potranno essere riscossi in contanti direttamente agli sportelli bancari e di Poste Italiane. Sempre per il periodo di emergenza, i cittadini di età pari o superiore a 75 anni potranno chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il proprio domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri.

Pensioni gennaio e febbraio 2021, modalità di ritiro

Oltre al già citato ritiro presso le Poste, che ad oggi resta la possibilità più gettonata da parte dei contribuenti, la pensione può essere accreditata dall’Inps direttamente sul conto corrente. In questo caso, coloro che hanno optato per questa possibilità, si vedranno accreditare la pensione di gennaio e di febbraio nel primo giorno lavorativo del mese. Per loro non sarà previsto insomma il pagamento anticipato.

Insomma altri due mesi di pagamento di pensione anticipati, per andare incontro agli italiani e per cercare di rispettare le norme anti contagio, ancora oggi considerate fondamentali per contrastare l’epidemia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.