Serie A, L’Udinese mette fine ai sogni del Napoli

Dopo la vittoria di sabato del Milan contro la Sampdoria, il Napoli era chiamato a rispondere con i tre punti per continuare a cavalcare il sogno scudetto. L’ostacolo era un’Udinese reduce da due sconfitte consecutive, contro Lecce e Roma, e priva dei due giocatori cardine, Di Natale e Sanchez. Il Napoli, però, è entrato in campo senza il solito piglio, senza quella grinta che ha caratterizzato il campionato dei partenopei, almeno sin qui. La squadra di Mazzarri parte, come era prevedibile, più aggressiva, gioco fluido e divertente: sembra il preludio di una grande vittoria. L’Udinese attende e riparte. La partita è divertente, con le due squadre che si alternano nel creare azioni offensive: i friulani, che in assenza di Di Natale e Sanchez, si affidano a Denis e Pinzi, mentre il Napoli è nelle mani del solito Cavani. Proprio i padroni di casa sfiorano il vantaggio con Maggio che si vede deviare sulla traversa la conclusione da Andanovic. 

Nonostante il bel gioco, il primo tempo si chiude sullo 0-0. Nella ripresa il Napoli prova a dare una svolta alla gara, ma viene gelato dal gol di Inler al 50′: lo svizzero trova una grandissima conclusione di mezzo collo esterno dalla distanza, su cui De Sanctis non può nulla. Il giocatore dell’Udinese non esulta: per rispetto della sua prossima squadra? Gli azzurri accusano il colpo e non riescono a reagire. Al 62′ il gol di Denis è una vera e propria doccia fredda: uno dei tanti ex della gara, che su assist di Asamoah, stoppa bene e infila il portiere avversario con un potentissimo tiro in diagonale. Il Napoli reagisce e prima con Gargano che la mette fuori di poco, poi con Maggio che colpisce la traverso, si fa vedere dalle parti di Andanovic. Nel finale succede di tutto: viene espulso Domizzi per una vistosissima trattenuta con colpo sul volto su Lucarelli in aria di rigore. Va Cavani sul dischetto, ma prima l’arbitro deve sedare un’accenno di rissa. L’uruguaiano finalmente riesce a calciare, ma non calcia benissimo e si vede respingere la conclusione da Andanovic. Nel recupero il Napoli riesce a ridurre lo svantaggio con Mascara, ma i tre punti vanno comunque all’Udinese. Ottima partita dei bianconeri che espugnano il San Paolo e fanno un gran favore al Milan che si porta così a +6.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.