Serie A, Milan lo Scudetto è tuo: l’attesa è finita

Mancava un punto al Milan per festeggiare, per festeggiare il ritorno alla vittoria dopo anni difficili, per festeggiare l’arrivo di uno scudetto tanto agognato. Al Milan è bastato un punto, il punto conquistato all’Olimpico contro la Roma per riportare a Milano lo scudetto, ma questa volta i colori non sono nerazzurri, bensì rossoneri.

Le due squadre di serie A si presentano a questa partita entrambe con la necessità di fare punti, per obiettivi ben diversi. La Roma deve rinunciare a De Rossi e Perrotta squalificato. MOntella decide di partire con Simplicio dietro le punte Vucinic e Totti, con Taddei sulla destra. Allegri si affida per l’occasione a Gattuso, che gioca al posto di Flamini, con Van Bommel e Seedorf a completare il centrocampo. In attacco torna Zlatan Ibraimovic.

Il primo tempo non è dei più entusiasmanti, con il Milan che praticamente quasi non si vede. Nella prima frazione di gioco decisamente meglio la Roma, che si rende molto pericolosa in un paio di occasioni con Vucinic, con Abbiati che è costretto a fare gli straordinari. Nella ripresa la storia cambia, il Milan sfiora subito il vantaggio con Robinho che colpisce il palo con un gran bel destro a giro.  I rossoneri continuano a macinare gioco e prima con Boaterng, poi con Ibra si fanno vedere pericolosamente dalle parti di Doni. La partita si conclude con molte ammonizioni, qualche gesto poco carino (dito nell’occhio di Pato nei confronti di Burdisso), ma senza emozioni ulteriori. L’unica emozione, al dilà della prestazione e del risultato è l’obiettivo raggiunto: lo scudetto torna a Milanello dopo 7 lunghi anni di attesa, 7 lunghi anni di sofferenze e delusioni. Le paure si farsela sfuggire di mano questa vittoria sono svanite, non c’è più nulla da temere: l’anno prossimo il tricolore sarà cucito sulle maglie del Milan e sarà la 18esima volta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.