Volley Gran Prix, Italia batte Tailandia 3-2: si vince con fatica

Volley Gran Prix, Italia Tailandia 3-2: si vince con fatica-Seconda partita di questo fine settimana in Kazakistan per il Gran Prix, dove la squadra femminile di volley si trova a fronteggiare la squadra tailandese che scende in campo piena di grinta. Le azzurre scendono in campo decise a non giocare come ieri e a mettere immediatamente i ruoli in chiaro.

Il primo set comincia con l’Italia in pieno attacco che miete punto su punto, anche se la Tailandia sta dietro di poco e attacca decisa. Seguono una serie di errori che il mister italiano chiede di evitare, se ne contano sei consecutivi anche se le azzurre conducono per 16-13. Arriva il primo cambio, usato molto anche ieri, la Basetti per la Ortolani, siamo sul 18-15 per noi. Qualche difficoltà, ma siamo ancora avanti. In attacco l’Italia non è incisiva, i punti arrivano grazie al muro soprattutto della Del Core e Crisanti. Sul 22 a 20 torna in campo la Ortolani, ma la squadra italiana si perde e arriva il sorpasso della Tailandia che ha un gioco veloce e preciso 24 a 23 per le avversarie. Sul 24 pari le tailandesi ci superano e chiudono il set 26 a 24 per le avversarie che sono attentissime in difesa e riescono a giocare la palla in modo veloce.

Il secondo set, invece, vede le azzurre non giocare per nulla. Distratte e poco aggressive, subiscono molto il gioco delle avversarie e non riescono a mettere a terra la palla, l’attacco non funziona. Se il primo punto del set è azzurro, in pochi minuti la squadra tailandese si ritrova a condurre per 5 a 1, qui vincono anche uno scambio lungo. Sul 5 a 15 l’Italia si è persa, un punteggio difficile da recuperare che sembra insormontabile e il gioco dell’Italia è totalmente assente. Un set da dimenticare che l’Italia perde 25 a 19.

Il terzo set comincia con la Tailandia che conduce per due set a zero, sembra la fotocopia della partita di ieri contro il Kazakistan. In campo le azzurre iniziano a giocare, ma non alla grande, anzi continuano le difficoltà. Non si riesce ad avere un attacco vincente. Il mister incita le azzurre a giocare bene, a concentrarsi e a giocare punto su punto. Le tailandesi sono sempre avanti, anche se di uno o due punti. Sulla conquista del dodicesimo punto c’è uno scambio lungo fra le due formazioni ed è il primo che vince l’Italia, ma la Tailandia è ancora avanti di un punto. Si fatica molto a giocare, ma si arriva al 14 pari con un risveglio della squadra italiana che comincia a sbagliare meno e a giocare finalmente il suo volley. Con fatica si chiude il terzo set in favore delle azzurre 25 a 22.

Il quarto set è tutt’altra storia. Le azzurre non ci stanno a perdere e cominciano ad attaccare e a difendere come sono abituate. E soprattutto funziona il muro che non lascia passare gli attacchi delle avversarie. Il primo time out 16-10 è per le azzurre. In questo frangente la Arrighetti è la migliore in campo. Il 24 a 15 è dell’Arrighetti e il set finisce 25 a 16 per l’Italia.

Le migliori in questo frangente sono Arrighetti e Crisanti, le centrali che finalmente vengono chiamate molto più spesso in gioco. Sono loro che spingono la squadra ad andare avanti e a non mollare.

L’Italia entra in campo per il quinto set decisa a portare a casa il match. Subito in attacco e il primo punto è per le azzurre. Il 3 a 0 è firmato dalla Bosetti che si fa trovare sempre pronta. Immediatamente si arriva a 6-1, ma da qui comincia la rimonta delle tailandesi che dopo aver dominato i primi due set. La tailandia non ha intenzione di cedere il match alle italiane, mostrando ampia concentrazione in difesa, dove prendono tutti gli attacchi e velocità in attacco, dove riescono a mettere in difficoltà le azzurre, ma il punteggio arriva a 6-5 per le italiane.

Ci pensa la Del Core con potenza a mettere a terra la palla dell’8 a 5. Ormai l’attacco italiano si è svegliato e la difesa è ben piazzata sui palloni delle avversarie. Ma la Tailandia non molla e comincia a tallonare l’Italia, uno, due punti dietro, ma sempre lì, attenta a mettere sotto tensione le avversarie e così si arriva al pareggio. 11 a 11, quando per tutto il set le azzurre hanno dominato, giocato bene e sono sempre state avanti. Il quinto e decisivo set arriva solo a 15 punti, quindi non bisogna distrarsi. Su una schiacciata dell’Arrighetti si passa a 12-11 per l’Italia ma la Tailandia è sempre lì, fino ad arrivare al 14-12. Tensione in campo per questo che potrebbe valere il punto del match e arriva per le azzurre grazie al primo ed unico ace per l’Italia, di tutta la partita.

Ha faticato molto la squadra italiana a vincere la partita, come ieri, ma va anche ricordato che il sestetto entrato in campo, anche se formato da grandi professioniste, manca di alcuni elementi importanti che per questi incontri saranno assenti, un nome su tutti, Lo Bianco, che raggiungerà la squadra per i prossimi incontri. Ma un applauso alle azzurre che non si sono lasciate andare e come ieri, sono riuscite a capovolgere un risultato che poteva rivelarsi negativo, invece le azzurre conquistano due punti e domani ci sono le brasiliane, campionesse olimpiche in carica.

Teresa Corrado

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.