Pagelle Milan- ViktoriaPlzen diamo i voti: i migliori e i peggiori

Pagelle Milan-Viktoria Plzen dopo la gara di Champions – Ibrahimovic torna titolare e il Milan trova la prima vittoria in Champions League andando così a conquistare momentaneamente la vetta del girone. Partita vivace e giocata da entrambe le squadre a viso aperto, il Viktoria Plzen può sicuramente essere soddisfatto della propria prova avendo giocato al massimo e con intensità fino al fischio finale dell’arbitro.

I migliori in campo

Ibrahimovic 8 – Inventa, realizza, lo svedese torna dall’infortunio e immediatamente fa sentire tutto il peso della sua importanza, è un caterpillar con piedi fatati, illumina San Siro anche se l’avversario non è dei più blasonati. IMPRESSIONANTE

Seedorf 7,5 – Classe immensa e personalità da vendere, è un giocatore intramontabile, gioca come un ragazzino ma con un esperienza tale da permettergli di essere sempre uno dei migliori in campo. MERAVIGLIOSO

Cassano 7 – L’attaccante barese è integrato completamente nella squadra, Pato quando tornerà disponibile dovrà faticare moltissimo per rubargli il posto. E’ la spalla ideale per Ibra sia nei movimenti che nell’intesa, basta uno sguardo per intendersi con lo svedese e la rete del raddoppio ne è una prova lampante. DETERMINANTE

Thiago Silva 7 – Non sbaglia un intervento, lucido e preciso in ogni momento della gara senza mai andare in affanno. PRECISO

Abate 6,5 – Attento e guardingo nel coprire la propria zona del campo, determinato però anche nell’offendere nella trequarti avversaria. Imprendibile le volte che affonda sulla fascia destra. DINAMICO

Jiracek 7 – Tanta corsa e tanta qualità, mostra una grande voglia di mettersi in luce in un grande palcoscenico europeo. BATTAGLIERO

Horvath 7 – Per poco non trova la via del gol, bravo comunque ad inserirsi negli spazi lasciati dal Milan, poco lucido nel momento decisivo. VOLENTEROSO

 

I peggiori in campo

Nocerino 5,5 – Sostituisce Gattuso in mezzo al campo ma dovrebbe fare molto di più per non far rimpiangere il Ringhio nazionale. Poca personalità per un palcoscenico così importante come la Champions League.

 

Cisovsky 5,5 – L’unico dei suoi che appare spaesato e poco attento alla manovra offensiva rossonera. Si fa intimorire dalla strapotenza di Ibra e dai numeri pregievoli di Antonio Cassano. IMPACCIATO

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.