Londra 2012, Usain Bolt nella leggenda dell’atletica

“Zitti tutti sono io il più forte” è questo il gesto che con le due dita messe sulla bocca fa Usain Bolt dopo la gara dei 200 metri in diretta da Londra 2012 ieri. Il 9 agosto per lui sarà una data importante: è quella che lo fa entrare nella storia dell’atletica, nella storia dello sport. Mai nessuno come lui ma non solo per la doppietta portata a casa da queste Olimpiadi ma perchè mai nessuno ha vinto in due competizioni consecutive i 200 metri e lui invece ce l’ha fatta. “Sono il più forte del mondo” queste le sue parole dopo la gara e, di certo non ha tutti i torti. Usain Bolt entra nella storia, anzi la storia la scrive e il suo nome diventa leggenda. Era arrivato nel Regno Unito per portarsi a casa l’oro: lo ha fatto ma non si è accontentato. Tutti gli altri dietro di lui possono solo restare a guardare e sperare che alla prossima vada meglio.

Usain Bolt vince anche nei 200 metri: il suo nome nella storia

“Ero ve­nuto qui per vincere l’oro, ci sono riuscito. Ora sono una leggenda, mi sento il più grande atleta viven­te. Appartengo alla categoria di Mi­chael Johnson. Non devo più di­mostrare nulla” queste le parole del campione giamaicano che entra di diritto nell’Olimpo dei più grandi. Nelle qualificazioni e in semifinale passeggia quasi in confronto ai suoi avversari che per tenere il suo ritmo devono spingere. Lui sa di essere il più forte e ancora una volta lo dimostra senza troppi problemi. C’era chi penava che Blake avrebbe potuto dargli del filo da torcere, nulla da fare, sarà per la prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.