Verso Tokyo 2020: positivo un giornalista italiano, a bordo con lui diversi atleti azzurri

Le ultime notizie da Tokyo non sono affatto buone, neppure per il gruppo azzurro. Ma del resto pensare che sarebbe filato tutto liscio, è cosa abbastanza utopica, soprattutto se consideriamo l’attuale situazione in Europa ma anche nel resto del mondo. È stato l’ambasciatore d’Italia a Tokyo, Giorgio Starace, a mettere al corrente la stampa italiana sul caso del giornalista accreditato ai Giochi olimpici di Tokyo atterrato ieri presso lo scalo di Haneda, un giornalista risultato positivo. Non è il primo caso, già nei giorni scorsi avevamo parlato di altri casi riscontrati nel villaggio olimpico, a pochi giorni dalla cerimonia di inaugurazione delle Olimpiadi. Secondo quelle che sono le ultime notizie arrivate da Tokyo, il giornalista risultato positivo, avrebbe viaggiato con alcuni atleti italiani. Ed è per questo che è allerta tra gli azzurri.

Ma vediamo le ultime notizie.

Le ultime a pochi giorni da Tokyo 2020: giornalista italiani positivo

A bordo del volo Alitalia, proveniente da Roma Fiumicino, c’erano anche diversi atleti azzurri, tutti sbarcati con la documentazione sanitaria in regola. “Il giornalista quando era partito aveva un regolare tampone negativo – ha precisato il diplomatico -. Stiamo seguendo la cosa con attenzione. La persona vicina a lui è stata testata e non è risultata positiva al Covid“. Per quanto si possano seguire tutte le regole, è chiaro che un viaggio lungo diverse ore, nello stesso mezzo di trasporto, con una persona positiva, possa creare allarme al gruppo azzurro. Secondo quanto riporta il Corriere della sera, a bordo dello stesso volo pare ci fosse la nazionale azzurra di basket. E sarebbe parecchio problematico se anche un solo atleta risultasse positivo. Il Corriere riferisce anche che a bordo dello stesso volo, dovrebbero aver viaggiato anche dei ciclisti del team azzurro.

Starace ha offerto qualche dettaglio in più: “Seguiamo la questione con estrema attenzione, la persona è stata posta in isolamento e presenta solo lievi sintomi. La persona più vicina al lui – ha continuato il diplomatico – è stata sottoposta a test e risulterebbe negativo”.

Tokyo 2020: arrivano nuovi contagi a pochi giorni dalle Olimpiadi

In isolamento ci sono anche sei atleti e due membri dello staff della squadra britannica di atletica leggera inguaiati per aver avuto ‘contatti stretti’ con un passeggero, poi risultato positivo, del volo che ha portato il team da Londra a Tokyo. Gli atleti sono tutti in isolamento e si allenano nelle loro stanze e in ambienti in cui possono stare solo loro.

Il villaggio Olimpico è davvero sicuro?

Gli organizzatori dei Giochi olimpici di Tokyo hanno insistito sul fatto che il Villaggio Olimpico è “un posto sicuro dove stare”, mentre crescono i timori di un cluster di coronavirus. Due calciatori sudafricani e un analista video sono risultati positivi al coronavirus e altri 21 atleti e membri dello staff della delegazione sudafricana sono stati designati come contatti stretti. Secondo gli organizzatori, i casi riscontrati fino a questo momento sarebbero del tutto insignificanti e non desterebbero nessun genere di preoccupazione. “Il CIO e Tokyo 2020 sono assolutamente chiari sul fatto che il Villaggio Olimpico è un posto sicuro in cui stare“, ha detto ai giornalisti il portavoce di Tokyo 2020, Masa Takaya.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.