Luciana Fantato ultime notizie: si attende il test del dna, le parole di Pierino a Chi l’ha visto

Ci sono davvero molte probabilità che il cadavere ritrovato lunedì sia di Luciana Fantato. A pochi chilometri da casa sua, se fosse davvero quello il corpo di Luciana, è sempre stato probabilmente dove tutti la cercavano ma nessuno l’ha trovata. Luciana è scomparsa nel novembre del 2017: si è pensato a un allontanamento volontario viste le continue liti con suo marito e soprattutto la condizione nella quale l’uomo da anni la costringeva a vivere. Il marito di Luciana, Pierino, è infatti un accumulatore compulsivo e anche se in casa con la famiglia vivevano nonna, figlia e nipotino, lo spazio era poco per tutti visto che l’uomo lo ha invaso con i suoi giornali e tutti gli oggetti che per anni ha accumulato. Ma non è escluso che Luciana possa esser stata uccisa anche se al momento, le forze dell’ordine non hanno puntato il dito su nessuno in particolare. Ora che c’è il corpo, se davvero fosse di Luciana, le cose potrebbero cambiare. E’ passato molto tempo, pare sia rimasto ben poco del cadavere ed è anche difficile dire se dopo il test del dna si potrà capire di più della morte di questa persona.

LUCIANA FANTATO ULTIME NOTIZIE: E’ IL SUO IL CADAVERE RITROVATO A POCHI CHILOMETRI DA GAMBOLO’?

Intervenuto nella puntata di Chi l’ha visto in onda il 26 giugno 2019, il marito di Luciana, Pierino, ha espresso il suo punto di vista. “Spero che non sia mia moglie, ho messo dei fiori sul posto in cui sono stati trovati i resti in ogni caso. Staremo a vedere, ma le percentuali sono alte“. Queste le parole del marito di Luciana Fantato ai microfoni di Chi l’ha Visto. Bisognerà aspettare i canonici 15 giorni prima di avere risultati certi.

Nella zona non si registrano altre scomparse e proprio per questo motivo gli inquirenti hanno subito pensato che il cadavere possa essere di Luciana. Nell’ultimo periodo le indagini erano andate verso la pista dell’omicidio volontario senza però arrivare a nessuna svolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.