A Storie Italiane un nuovo giallo sulla scomparsa di Samira: spunta una firma sul documento, è fuggita?


Che fine ha fatto Samira El Attar? E’ passato un mese dalla scomparsa della donna ma di lei non ci sono tracce. Di questa scomparsa si parla anche nella puntata di Storie Italiane del 22 novembre 2019 con un nuovo collegamento in diretta da Stanghella da Barbara di Palma che sta seguendo il caso. Ci sono delle novità in merito a questa vicenda, una scoperta che l’inviata del programma di Rai 1 ha fatto. Pare infatti che Samira e Mohamed avessero chiesto dei documenti per il rinnovo di un permesso di soggiorno, la settimana prima della scomparsa della donna. Sarebbero andati nell’ufficio di Monselice, come dimostrano di documenti mostrato nella diretta del programma condotto da Eleonora Daniele.

Il modulo sarebbe stato accettato, telematicamente, il sabato prima della scomparsa di Samira. Ma qui si apre un nuovo giallo. Qualcuno, il 21 ottobre 2019, nel pomeriggio, sarebbe andato a ritirare i moduli che recano la firma di Samira, quella che dovrebbe essere la sua firma. Ed ecco quindi che il mistero si infittisce: Samira è infatti stata avvistata per l’ultima volta dai vicini di casa il 21 ottobre, al mattino, intorno alle 10. Nessuno la vede successivamente e il suo cellulare si spegne proprio in quei momenti. Ma il pomeriggio, dopo le 17, visto che l’ufficio apre a quell’ora, qualcuno si è presentato a Monselice, paese a pochi chilometri da Stanghella, per ritirare quel documento.

LA SCOMPARSA DI SAMIRA EL ATTAR: LE ULTIME NOTIZIE DA STORIE ITALIANE

L’ufficio si trova a Monselice e la giornalista Barbara di Palma spiega che il personale non si ricorda quello che è successo. “Non ci sono le telecamere, ci hanno spiegato che essendo aperto solo il lunedì pomeriggio, c’è davvero molta gente per cui loro al momento non si ricordano se è andata Samira, se è andato Mohamed da solo con la bambina.” Non ci sarebbero video, anche perchè questa scoperta è stata fatta successivamente per cui le immagini delle telecamere dei posti vicini, sono state ormai cancellate.

A proposito della firma che si vede sul documento, l’inviata di Storie Italiane racconta di aver visto alcuni documenti di Samira e la firma sembra essere la stessa che c’è sui moduli. E’ bene precisare anche che la firma di Mohamed è molto diversa da quella di sua moglie. Scrive infatti in stampatello con un tratto insicuro perchè lui non sa nè scrivere nè leggere in italiano.

Viene da chiedersi, se davvero quella firma sia di Samira, perchè non sia andata a casa dalle 10 alle 17 visto che suo marito racconta di esser stato nei campi vicino alla loro abitazione ( secondo i colleghi che hanno rilasciato diverse dichiarazioni quel giorno non sarebbe andato a lavorare). Ha lavorato prima da qualche parte come badante per poi andare alle 17 in quell’ufficio? Difficile a credersi visto che nessuno ha segnalato la presenza di Samira come badante a Stanghella o nei paesi vicini. E se davvero Samira fosse andata in quell’ufficio, le potrebbe essere successo qualcosa dopo?

Non si può escludere l’ultima pista: quella dell’allontanamento volontario. Ma se davvero Samira aveva paura di suo marito, perchè non fuggire con la sua amata bambina?

Leggi altri articoli di Persone Scomparse

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

    © Ultime Notizie Flash

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close