5 mesi senza Samira: un aborto, una relazione clandestina e il test del dna


Cinque mesi fa scompariva nel nulla, in una mattina come tante di ottobre, Samira El Attar. Era il 21 ottobre del 2019. Samira usciva di casa per accompagnare la sua bambina a scuola, intorno alle 10 parlava per l’ultima volta con i suoi vicini di casa che proprio quel giorno le avevano dato degli abiti. Poi di lei non ci sono più state tracce. Non c’è un video, non c’è una segnalazione, non c’è una testimonianza. Suo marito Mohamed dice alle forze dell’ordine che sua moglie si è allontanata in bici per andare a lavorare, come faceva sempre, per questo non si è preoccupato subito di avvisare le forze dell’ordine. Qualche mese dopo Mohamed lasciata l’Italia per andare con un Flixbus in Spagna, dove dice, sua moglie potrebbe esser scappata. Lì viene arrestato e rimpatriato. E’ in carcere, a Verona, con l’accusa di omicidio e occultamento di cadavere. Continua a dirsi innocente.

5 MESI SENZA SAMIRA: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

Il suo avvocato, Daniele Pizzi, da settimane ormai continua a sottolineare che, si deve cercare anche altrove, forse nel passato di Samira. A detta di alcuni conoscenti di Mohamed e della donna, Samira nascondeva qualcosa. Ma la famiglia della donna respinge le accuse lanciate.

Se ne parla anche nella puntata di Quarto Grado in onda il 20 marzo 2020. Dallo studio di Rete 4 infatti, qualche tempo fa, l’avvocato di Mohamed aveva parlato di una interruzione di gravidanza di Samira, che sarebbe avvenuta 5-6 mesi prima della sua scomparsa. A riferirlo alcune persone che conoscevano la donna. Nuzzi spiega che alla famiglia di Samira è stata chiesta una conferma ma la loro versione è ben diversa. Samira, non sarebbe scappata in Marocco per abortire, senza dire nulla a suo marito. Insieme sarebbero andati, secondo il racconto di una parente, in ospedale per l’aborto.

Ma questa non è la sola notizia che dovrebbe spingere gli inquirenti a indagare sul passato di Samira ( è bene ricordare che al momento lo sta facendo, in quanto legale di Mohamed, solo Pizzi). Secondo l’avvocato infatti, Samira potrebbe aver avuto una relazione extraconiugale ( non ci sono al momento, almeno dalle evidenze emerse dalle indagini, contatti telefonici tra Samira e un possibile amante). E se avesse realmente avuto un amante e quest’uomo l’avesse portata via o le avesse fatto del male? Volendo escludere che lei se ne sia andata di sua spontanea volontà…

Ma l’idea di una relazione clandestina, non rafforzerebbe il movente di Mohamed? Il giornalista Oliva inoltre, sempre nella puntata di Quarto Grado in onda il 20 marzo 2020, dice di aver saputo che Mohamed, non si fidava in nessun modo di Samira tanto da voler persino fare il test del dna sulla bambina di 4 anni. Mohamed, avrebbe confermato all’avvocato, questa sua idea.

Leggi altri articoli di Persone Scomparse

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close