Bambino di due anni scomparso da Palazzuolo sul Senio: si cerca con l’aiuto dei cani

Sono ore di ansia per due genitori che da questa mattina non riescono a trovare il loro bambino. Una mattinata intera di ricerche ma la notizia della scomparsa del piccolo, un bambino di due anni, è stata diffusa dai media nazionali solo un paio di ore fa. A parlare, raccontando quanto sarebbe accaduto, i genitori del bambino che appunto non si trova ormai da oltre otto ore. Come raccontano il padre e la madre del bambino quando questa mattina si sono alzati, non lo hanno più trovato nel suo letto. Difficile quindi capire l’orario preciso di questa misteriosa scomparsa. Il piccolo quindi sarebbe scomparso nella notte tra lunedì e martedì a Campanara, località nel comune di Palazzuolo sul Senio, in provincia di Firenze.

Il bambino vive con i genitori in una comunità che si è sistemata ormai dagli Anni Ottanta a ottocento metri di altitudine, in un luogo piuttosto remoto e poco raggiunto da copertura internet. Si tratta di una comunità che vive senza connessione, in un modo diverso rispetto a quello comune.

Bambino di due anni scomparso da Palazzuolo sul Senio: le ultime notizie

La famiglia stamani si è svegliata come sempre ma, secondo il racconto, il piccolo non era nel suo letto. Il casolare in cui abitano è circondato dalla vegetazione. Come si vede dalle prime immagini che arrivano ai media, il posto in cui la coppia abita, è totalmente fuori mano. Vi si può accedere solo attraverso una strada sterrata, ci si deve quindi per forza andare, non ci si passa per caso. Al momento, cercano di capire cosa sia successo, i Carabinieri, che hanno iniziato a cercare il piccolo con le unità cinofile nelle aree intorno alla casa.

Al momento, sul luogo della scomparsa c’è anche il sindaco dPalazzuolo sul Senio. Si teme che il bambino si possa essere allontanato da solo e che non sia riuscito a tornare a casa. Ma è davvero possibile che un bambino di due anni si possa allontanare da casa, magari anche al buio, senza fare rumore e senza che nessuno se ne accorga?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.