Alessia la figlia di Roberta Ragusa: “Sara resterà con noi se papà andrà in carcere”

Mi sono commossa perchè rivedendo quei video ricordo delle cose che facevo con mamma” ha detto Alessia la figlia di Roberta Ragusa nella puntata di Quarto Grado in onda il 28 giugno 2019. Per la prima volta in televisione insieme a suo fratello Daniele, la figlia di Roberta ha parlato di quello che è il suo punto di vista in merito alla scomparsa di sua madre. Alessia, come suo fratello Daniele, non crede che suo padre abbia ucciso o fatto del male a Roberta e in questi anni ha cercato di darsi delle risposte. Lei crede fermamente nell’innocenza di suo padre ed è molto preoccupata sapendo però che però che per la giustizia italiana le cose stanno in modo diverso. Gianluigi Nuzzi le chiede anche se immagina cosa succederà qualora suo padre dovesse essere condannato. La ragazza spiega che al momento non ha ancora pensato alle conseguenze di tutta questa vicenda ma che è certa di una cosa, starà sempre al suo fianco, qualsiasi cosa succeda.

Rivedendo i video con la sua mamma, Alessia spiega che purtroppo non ha più i ricordi di quello che faceva con Roberta, non riesce proprio a ricordare quei frame. Riguarda le foto e i video a casa ma nella sua mente i ricordi non affiorano.

ALESSIA LOGLI A QUARTO GRADO PARLA DI SARA LA NUOVA COMPAGNA DI SUO PADRE

Gianluigi Nuzzi non può non chiedere che cosa succederà, se Logli dovesse andare in carcere. Che cosa farà Sara? E lo chiede proprio ad Alessia che a quanto pare nel corso degli anni ha costruito con la nuova compagna di suo padre un bel rapporto, nonostante le problematiche iniziali. La ragazza spiega che Sara ha deciso che resterà insieme a loro che non li abbandonerà in questo momento, qualsiasi cosa succeda. “E tu ne sei felice” le chiede il conduttore e Alessia risponde in modo affermativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.