Coronavirus ultime notizie: c’è un altro contagiato nel lodigiano, era stato a cena con amici rientrati dalla Cina

La notizia più battuta della giornata riguarda il coronavirus e le ultime notizie arrivano dalla Lombardia, precisamente dalla provincia di Lodi. La persona contagiata sarebbe, purtroppo, in gravi condizioni. L’uomo è un 38enne ricoverato all’ospedale di Codogno, nel Lodigiano, è risultato positivo al test del coronavirus. “Sono in corso le controanalisi dell’Istituto Superiore di Sanità”, ha detto l’assessore al Welfare della Regione Giulio Gallera aggiungendo che l’italiano “è ricoverato in terapia intensiva con insufficienza respiratoria all’ospedale di Codogno i cui accessi al Pronto Soccorso e le cui attività programmate sono attualmente interrotti”.

La persona contagiata, lo ricordiamo, non arriva dalla Cina. Si tratterebbe quindi di un contagio con altre persone che sono state in Italia e che purtroppo potrebbero aver avuto rapporti anche con altra gente. Pare che il 38enne sia andato a cena qualche giorno fa con degli amici che erano rientrati dalla Cina.

QUI GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI: POTREBBERO ESSERE TRE I CONTAGIATI

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: IL PAZIENTE ITALIANO E’ IN GRAVI CONDIZIONI

Pare che le condizioni dell’uomo sia gravi ma le notizie circa la salute di questa persona al momento sono poche. L’uomo potrebbe essersi ammalato diversi giorni fa e aver incontrato in questo periodo molta altra gente.

Le persone che sono state a contatto con il paziente – ha sottolineato l’assessore lombardo – sono in fase di individuazione e verranno sottoposte a controlli specifici e alle misure necessarie“.

Bisognerà adesso capire chi fosse l’amico che a quanto pare ha il coronavirus ma non è ancora andato in ospedale: è partito? Non è più in Italia? E dove sono stati a cena? Tante le domande ma purtroppo il contagio è una cosa seria. La speranza è chiaramente che queste due persone non ne abbiano contagiate altre.

Le autorità sanitarie stanno cercando il modo di trasportarlo all’ospedale Sacco di Milano – individuato con lo Spallanzani di Roma come quello adatto a trattare questi casi – con un’ambulanza ad alto biocontenimento come quella utilizzata per il ragazzo di 17 anni tornato dalla Cina ma risultato negativo al Coronavirus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.