Coronavirus ultime notizie: 130 contagiati, scuole chiuse in Lombardia, Veneto e Piemonte

I numeri crescono e i dati cambiano di ora in ora anche perchè sono migliaia i test che vengono fatti a possibili pazienti contagiati negli ospedali e non solo. Le ultime notizie dal Nord Italia parlano di 130 contagiati. Sono 150 le persone che sono risultate positive al Coronavirus. Numeri destinati a crescere che hanno cambiato anche decisioni prese dal Governo. Dopo le prime ore di rassicurazione, sono arrivati i provvedimenti: non a situazioni di panico ma si alla cautela e alla precauzione, che forse, viene da dire, doveva arrivare settimane fa quando invece in Italia rientravano italiani, cinesi e turisti provenienti dalla Cina senza nessun controllo. Ma ormai, questa è un’altra storia. Bisogna reagire e guardare avanti, sempre con la consapevolezza che il virus si affronta e si cura.

La decisione dell’ultima ore riguarda le scuole: scuole e università chiuse in Lombardia, Veneto e Piemonte dopo l’aggiornamento dei nuovi casi nelle 5 regioni interessate da Coronavirus.

AGGIORNAMENTO ALLE 17,45 DEL 23 FEBBRAIO

Terza vittima da Coronavirus in Lombardia: era una donna ricoverata a Crema in ospedale, era in cura in oncologia

AGGIORNAMENTO: PARLA GIUSEPPE CONTE A DOMENICA IN

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: ECCO I DATI

NUMERI AGGIORNATI ALLE 15 DEL 23 FEBBRAIO 2020

 Sono oltre 130 le persone risultate positive, tra le quali 89 in Lombardia e 24 in Veneto. Tra loro 25 ricoverate in terapia intensiva. Continuano i test per le persone che hanno avuto contatti con i contagiati. Intanto il Nord si “blinda”: nelle città del focolaio scatta il divieto di ingresso e allontanamento. Università e scuole chiuse per una settimana in Lombardia, Veneto e Piemonte. Stop al Carnevale di Venezia.

IL NUMERO VERDE PER CHIEDERE INFORMAZIONI SUL CORONAVIRUS IN LOMBARDIA

I centralini 112 della Lombardia sono in tilt perché tutti stanno telefonando non per emergenze ma per informazioni sul coronavirus. Per informazioni Regione Lombardia ha istituito il numero verde 800-894545, in modo da liberare il 112. Si invita a utilizzare questo numero perché si stanno verificando ritardi pesanti sui soccorsi anche per casi gravi a causa di centralini 112 intasati solo per dare informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.