Laura e Peter si cercano ancora i corpi. I vicini: “si chiudevano in casa per paura di Benno”

Sono testimonianze molto importanti quelle che stanno raccogliendo i giornalisti ma anche le forze dell’ordine parlando con i vicini di casa di Peter e Laura Neumair. Le indagini vanno avanti e gli inquirenti di certo, hanno in mano tutto quello che serve per dimostrare la colpevolezza di Benno Neumair in questa storia. Mentre il giovane continua a dire di non avere nulla a che fare con la scomparsa dei suoi genitori e quindi con la loro possibile morte, questo va detto. Anche i legali di Benno continuano a ribadire la sua innocenza. Ma intanto da Storie Italiane arrivano importanti testimonianze di persone che conoscevano i due coniugi e che sapevano quello che stavano passando. Nei giorni scorsi si è parlato anche di un messaggio o forse un audio che Laura aveva mandato a una amica, esprimendole la sua preoccupazione per la vita con Benno e per il comportamento di suo figlio. Oggi nel programma di Rai 1 viene raccontato che Peter e Laura avevano in qualche modo paura di Benno, si chiudevano anche in casa, o forse in camera, per il timore.

Ma di che cosa avevamo paura e perchè? Sono tanti gli interrogativi anche perchè i due pare non si fossero mai rivolti alle forze dell’ordine. Se temevamo che Benno avrebbe potuto far loro del male, perchè non parlarne con le forze dell’ordine?

Nel frattempo a Bolzano proseguono le ricerche dei corpi. Ieri pomeriggio, a sorpresa, gli inquirenti sono tornati di nuovo nella villa dei Neumair.

Continuano le ricerche di Peter e Laura: le ultime notizie da Bolzano

Benno non ha detto nulla, da innocente non può sapere dove si trovino i corpi di Laura e Peter. Le indagini quindi proseguono. Le ricerche non si concentrano più solo nell’Adige o sul Renon. Finora non si è trovato nulla, nonostante un dispiegamento di forze messe in campo senza precedenti. Negli scorsi giorni sono state fatte delle ricerche addirittura con delle simulazioni con manichini al ponte di Vadena.

A Bolzano anche la sorella di Benno, la figlia di Laura e Peter che ha chiesto ai giornalisti di rispettare questo momento di grande dolore. Ha lasciato la sua vita in Germania per tornare in Italia e avere la verità sulla scomparsa di sua madre e di suo padre.

L’avvocato Angelo Polo, lasciando l’abitazione della famiglia in via Castel Roncolo ha ribadito ancora una volta che Benno è innocente. Secondo lui e il collega Moccia, Benno non è implicato nella scomparsa della coppia e per questo hanno chiesto la scarcerazione del cliente: “Il pericolo della fuga e della reiterazione del reato non sussiste”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.