Ritrovato il cadavere di Peter Neumair: le ultime notizie da Bolzano

A quasi quattro mesi di distanza dall’omicidio di Peter Neumair e Laura Perselli per mano di Benno, il figlio trentenne della coppia, riaffiora dalle acque dell’ Adige il cadavere dell’uomo. I resti di Laura erano stati ritrovati a febbraio, e successivamente Benno aveva confessato l’omicidio dei suoi genitori. Poche ore fa il ritrovamento del cadavere di Peter e, stando alle ultime notizie arrivate da Bolzano, ci sarebbe stato già anche il riconoscimento del corpo. Sarebbe stata Madè a riconoscere suo padre. Nelle prossime ore il test del dna per la conferma ufficiale.

Ritrovato il cadavere di Peter Neumair: le ultime notizie da Bolzano

La notizia è stata data anche dal sito Alto Adige, sempre aggiornato su questo caso: “C’è la conferma, il corpo ritrovato nel fiume Adige è il cadavere di Peter Neumair, il padre di Benno, accusato di aver ucciso i due genitori lo scorso 4 gennaio” si legge sul siro. E poi ancora: “A dare la conferma che si tratta proprio di Peter, secondo quanto riferito dal Tg regionale della Rai, è stato l’avvocato che assiste l’altra figlia dei coniugi Neumair, Madè, che avrebbe effettuato il riconoscimento.

Anche dalle pagine social di Chi l’ha visto, che ha seguito dal primo giorno il caso, arriva la conferma. Sui social del programma di Rai 3, si legge: “Ritrovato nell’Adige il corpo di Peter Neumair. E’ emerso sotto la ciclabile all’altezza di Ravina di Trento. Identità confermata dall’avvocato Carlo Bertacchi, legale della figlia Madè. Ad avvistarlo una persona che passeggiava con il cane.

Sarà fondamentale adesso capire come sia morto Peter, per confermare o smentire la versione data da Benno che ha raccontato agli inquirenti come avrebbe ucciso suo padre e poi sua madre.

Peter e Laura sono stati uccisi da Benno il 4 gennaio 2021 nella loro casa di Bolzano dove il giovane viveva da luglio insieme ai genitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.