Denise Pipitone ultime: una stanza segreta nella casa di Anna Corona?

Nella puntata di Quarto Grado in onda il 4 giugno 2021 sono stati mostrati dei nuovi documenti relativi al caso Denise Pipitone. Il programma di Rete 4 continua a occuparsi del caso, nel tentativo di capire che cosa sia successo alla figlia di Piera Maggio dopo la scomparsa, il primo settembre del 2004. E nella puntata di ieri è stata ventilata una nuova ipotesi: è possibile che la bambina fosse davvero in casa di Anna Corona nelle ore successive alla scomparsa? Prima di andare avanti nel racconto di quello che è stato detto nella trasmissione di Rete 4, ricordiamo che a oggi, non trovano conferme le indiscrezioni date dalla giornalista del programma, che venti giorni fa disse che Anna Corona era stata iscritta nel registro degli indagati. Notizia non confermata dalla procura e neppure dalla diretta interessata.

In ogni caso, l’attenzione del programma di Rete 4, resta su quella casa perchè, come ha ricordato Gianluigi Nuzzi, le forze dell’ordine un mese e mezzo fa, da lì ripartirono con la perlustrazione di garage, tetto e palazzina. E’ possibile quindi pensare che lì sia successo qualcosa? Stando alle informazioni raccolte dai giornalisti di Quarto Grado, nella casa in cui aveva abitato Anna Corona, erano stati fatti dei lavori, che però i proprietari della palazzina non avevano in qualche modo autorizzato, nel senso che non ne erano a conoscenza. L’avvocato che rappresenta i proprietari dell’immobile infatti non sapeva dell’abbassamento della stanza. Una delle camere dalla casa infatti, era alta circa 4 metri, come risulterebbe da documenti catastali ma a oggi, misura circa la metà. E’ possibile che sia stata creata una stanza segreta alta più o meno un metro e mezzo?

Denise Pipitone ultime notizie: c’è una stanza segreta nella casa di Anna Corona?

L’ipotesi che si fa dal programma di Rete 4 è semplice: se ci fosse stata una stanza creata per tenere nascosta Denise Pipitone subito dopo il sequestro? Oggi, nella stanza che parrebbe esser stata modificata c’è un soffitto lavorato in legno, non sembrano esserci tracce di una ipotetica botola che sarebbe servita per accedere a questa presunta stanza segreta. E neppure dal tetto ci sarebbe una qualche entrata per questa stanza.

L’avvocato che rappresenta i proprietari della palazzina ha voluto dire la sua su questa vicenda: “Una mia opinione? L‘ultimo posto dove potevano mettere questa piccola appena sequestrata è proprio questa casa visti i sospetti che la madre della bimba subito ha manifestato nei confronti di Anna Corona. Ricordo sempre che la figlia Jessica è stata completamente scagionata dall’imputazione di sequestro di persona ricordiamocelo.”

Nel programma viene ricordato che in ogni caso, quel soffitto non è mai stato analizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.