Emanuele Melillo non ce l’ha fatta: morto il giovane autista del mini bus di Capri

Emanuele Melillo purtroppo non ce l’ha fatta. E’ morto questa mattina a Capri, dopo il drammatico incidente che ha visto un mini bus precipitare dalla strada su uno stabilimento balneare. In un primo momento si era pensato che l’autista avesse potuto perdere il controllo del mezzo a causa della difficoltà di quel tratto di strada ma pare che Melillo, sia stato colto da un malore mentre era alla guida del mezzo sul quale viaggiavano questa mattina, almeno altre 19 persone. Avrebbe avuto un infarto il giovanissimo autista che è poi morto dopo il sinistro. La notizia trapelata in questi minuti, non è stata però ancora confermata, per cui si attendo le prossime ore per dare una chiave di lettura ben precisa ai fatti accaduti questa mattina.

E’ morto Emanuele Melillo il giovanissimo autista del mini bus di Capri

Era sicuramente una giornata come le altre quella iniziata oggi per Emanuele che però stava vivendo una nuova consapevolezza. La gioia che era arrivata nella sua famiglia da poco tempo. Sua moglie infatti aspetta un bambino, notizia che tra l’altro era stata data di recente anche sui social dalla coppia. Emanuele sarebbe diventato presto papà. Purtroppo non potrà abbracciare il suo bambino e questa è un’altra notizia drammatica di questa giornata assolutamente da dimenticare.

Il bilancio dell’incidente di oggi

Secondo quanto si legge su Fanpage.it nell’incidente sono rimaste ferite 28 persone, quattro delle quali sono in gravi condizioni. Dopo l’incidente l’Asl Napoli 1 Centro ha immediatamente provveduto al trasporto di ulteriore personale sanitario sull’isola, grazie a due elicotteri messi a disposizione da Polizia di Stato e Guardia di Finanza; all’elicottero del Servizio Regionale di Emergenza 118, abilitato al trasporto dei pazienti, è stata affiancata un’ulteriore unità di elisoccorso con capacità tripla di trasporto feriti. Due dei feriti più gravi sono stati immediatamente trasportati all’Ospedale del Mare e al Santobono di Napoli tra essi dovrebbe esserci un bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.