Marylin uccisa a Vigevano dal compagno: si costituisce 24 ore dopo l’omicidio

E’ terribile la storia che arriva dalla provincia di Pavia. Ancora una volta dobbiamo raccontarvi di un femminicidio. Una donna è stata uccisa dalla persona che diceva di amarla. E’ successo due giorni fa e nelle ultime ore è arrivata la macabra confessione dell’uomo che ha tolto la vita a Marylin. Da due settimane la donna viveva con un nuovo compagno. Ma è stata uccisa. Per oltre 24 ore l’uomo ha tenuto il suo cadavere in casa, dove l’ha uccisa, per poi decidere solo nella tarda serata di ieri di andare in commissariato per confessare quanto aveva fatto e costituirsi. E’ accaduto a Vigevano (Pavia). La vittima è Marylin Pera, di 39 anni. L’uomo, Marco De Frenza, 59 anni, è stato posto in stato di fermo con l’accusa di omicidio volontario.

Le ultime notizie da Vigevano: donna uccisa dal suo compagno

De Frenza, anagraficamente residente a Mede (Pavia), risulta avere molti precedenti per reati contro il patrimonio e la persona. La vittima, casalinga, era madre di un figlio avuto da un’altra unione. Tra i due deve esserci stata una discussione nel corso della quale l’uomo ha impugnato un coltello e con quello ha colpito la sua vittima. Non è chiaro cosa abbia fatto nelle ore successive all’omicidio. 

Il delitto sarebbe stato commesso martedì 10 agosto, intorno all’ora di pranzo, nel bagno dell’abitazione della donna. L’uomo si è consegnato alla polizia alle 17 di mercoledì 11. Ora in casa della vittima ci sono a lavoro gli agenti della scientifica che cercheranno di capire che cosa è successo il giorno in cui la donna è stata uccisa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.