Eventi estate 2011 in Calabria, a Davoli c’è “A fhera da Ruga”

Siete alla caccia di eventi e manifestazioni da non perdere in questa estate 2011? Se siete in vacanza in Calabria e volete passare delle serate diverse all’insegna della cultura, della tradizione e perché no, anche del buon cibo non potete perdere una delle manifestazioni che è ormai un appuntamento estivo fisso. Stiamo parlando de “ A fhera da ruga” che anche quest’anno animerà la strade di Davoli, piccola cittadina sullo Ionio, in questa seconda settimana di agosto. Di cosa si tratta: chi non conosce bene il dialetto calabrese non può comprendere il significato della denominazione che è stata data alla manifestazione,  mentre invece i calabresi doc avranno capito il perché di questa scelta. L’associazione culturale “A ruga e Davoli”” nasce  dal 1999 e sin dal primo momento sceglie la parola “ruga” proprio con uno scopo ben preciso. Negli anni passati prima dell’avvento dei nuovo media la ruga era il punto di ritrovo dell’intero paese: i fabbri, gli artigiani, le botteghe e anche le pettegole non sono mai mancate nei rioni e nelle viuzze dei piccolo borghi. Davoli non è da meno: con il passare del tempo però tutto è cambiato ma la nostalgia di quei tempi passati ha portato molti davolesi a voler fare qualcosa per il paese e anche per i turisti che vengono da fuori. Così  in questi giorni di agosto è come se il paese si tingesse di bianco e nero e si tornasse al tempo in cui internet era solo un miraggio e i cellulari non erano neppure nell’immaginazione della gente. Nelle viuzze del paese si torna così a sentire gli antichi odori, sia quelli delle specialità culinarie preparate della bravissime cuoche davolesi che quelli dei mestieri. Non mancano gli artigiani di tutti i generi: dalla carta pesta, al ferro al legno… Ma non perdiamoci in chiacchiere ed entriamo nel vivo per spiegare cosa potrete vedere se farete un salto a Davoli. Illustreremo in seguito l’intero programma ma per ora vi anticipiamo che la manifestazione partirà domani, 6 agosto 2011, con un appuntamento da non perdere.

L’associazione quest’anno ha deciso che il tema da approfondire avrebbe dovuto essere dedicato ai 150 anni dell’Unita di Italia e a quello che Davoli ha fatto per il nostro paese. Il sacrificio dei soldati davolesi  sarà il tema portante dell’intera manifestazione: in tanti sono partiti, in molti casi anche volontariamente senza sapere neppure a quello che andavano incontro ( è il caso dei soldati della prima guerra mondiale partiti con tante illusioni e tornati con la disperazione nel cuore); molti altri sono morti sul campo da valorosi e molti altri ancora sono tornati testimoni delle due più grandi guerre che il mondo abbia mai visto. L’omaggio è per loro: per chi è tornato e con la guerra ancora negli occhi ha avuto la forza e il coraggio di ripartire da capo. Non importa se per anni le violenze subite sono state atroci, non importa se si dormiva con accanto il corpo di un compagno morto sotto il fuoco del nemico: l’importante è tornare. Tornare e ricominciare per ridare linfa a un’Italia distrutta dal primo e poi dal secondo conflitto mondiale. Anche un piccolo paese come Davoli ha dato il suo contributo. Rivivere quei giorni con il ricordo di chi è stato prigioniero, di chi è stato in campi di lavoro o di concentramento è stato uno dei momenti più belli ed emozionanti per tutti i membri dell’associazione che hanno raccolto in prima persona le testimonianza. E’ stata allestita una mostra “Fratelli d’Italia: i soldati davolesi della prima e della seconda guerra mondiale” che si potrà visitare da domani, dopo l’inaugurazione fino al 10 agosto, serata conclusiva. Non possiamo poi non parlare del film documentario in cui vedremo le testimonianze di alcuni reduci ma anche di parenti che raccontano quello ch è stato. Il titolo di questo lavoro è “Immortali memorie ( si può uccidere un uomo ma non il suo coraggio) “ per la regia di Francesco Scozzafava.

Durante le serate come vi abbiamo spiegato anche in precedenza per le vie del paese potrete trovare gli artigiani che vi faranno fare un tuffo nel passato. Se poi volete assaggiare le delizie della cucina calabrese siete nel posto giusto: i punti di ristoro non mancano.

 

Ecco il programma della manifestazione “A fhera da Ruga” che partirà domani 6 agosto 2011:

 

6 agosto 2011- Giornata d’apertura:

-alle ore 19,00 ci sarà il raduno in Via Roma per poi iniziare un breve corteo accompagnato dalla musica del Corpo Bandistico Città di Davoli e dal coro  dei bambini di Davoli. Alla fine del corte ci sarà l’apertura della mostra e la proiezione del film.

7 agosto 2011:

-alle ore 16,30 potrete fare un tuffo nel verde all’aria pura e visitare un antico mulino ad acqua.

– ore 20,30 inizia la vera e proprio “Fhera da Ruga” nelle viuzze tra el altre cose potrete anche visitare delle mostre: ci sarà quella del pittore Frascesco Raspa e quella di Mimma Gallelli e Rosanna Macrillò e ancora la mostra permanente sulla Naca, una processione che si svolge il venerdì Santo.

Le vie del paese saranno allietate dalla voce dei bambini che fanno parte di un gruppo folk, I zitedri da Ruga.

8 e 9  agosto 2011

 

Inizia il concorso di Graffiti Art “C’era una volta l’acqua”la direzione artistica è affidata alla Dottoressa Maria Stella Ciaccio. Una giuria di esperti d’acqua premierà il miglior lavoro svolto in due serate dagli artisti.

La musica non mancherà neppure in questa giornata: si esibirà infatti il noto gruppo calabrese I pignatari ( solo nella serata dell’8 agosto ).

Continua “A fhera da ruga” per le vie del paese.

10 agosto 2011

 

La manifestazione si arricchirà con il contributo musicale dell’orchestra di fiati “la Grecìa”.

Ci sarà poi la premiazione del miglior graffito.

 

Se siete nei paraggi non perdete questo importante appuntamento.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.