Austria, albergatore chiuso in ascensore per 4 giorni

In Austria, il proprietario di un albergo rimane chiuso in ascensore per ben 4 giorni. E’ successo a Bad Gastein, dove l’uomo è riuscito a sopravvivere per 4 giorni in assenza di cibo e acqua, oltre che con moltissima paura. L’albergatore si trovava completamente solo nella struttura, e a permettergli di sopravvivere è stato l’addestramento militare ricevuto molti anni fa, finchè non è arrivato un suo amico, il quale, passando davanti all’albergo, si è insospettito per la grande quantità di posta accumulata. E’ così entrato grazie ad una chiave di riserva. L’uomo rimasto intrappolato in ascensore, è il 58enne Thomas Fleetwood, svedese, proprietario dell’Hotel Eden, situato presso la località sciistica di Bad Gastein, a Salisburgo. Ma come è potuto succedere? L’albergatore aveva preso l’ascensore dal quinto piano per andare al piano terra, ma questo si è bloccato tra il secondo e il primo piano. In albergo non era presente nessuno, e l’uomo non aveva il cellulare con sè.


Fortunatamente Fleetwood ha mantenuto il controllo, riuscendo così a sopravvivere. “Ho rotto un piccolo pannello di vetro davanti alla porta dell’ascensore per far sì che ci fosse un po’ di aria fresca, e ho anche provato a togliere il tetto dell’ascensore per salire, ma questo senza alcun esito“, ha detto l’uomo al Daily mail. “E’ stato sciocco da parte mia aver preso l’ascensore in un hotel vuoto e senza avere con me un telefono cellulare – ha continuato l’uomo – ma sono comunque orgoglioso di me stesso per non essermi lasciato prendere dal panico, anche grazie all’addestramento militare ricevuto in Svezia“. Fortunatamente, Fleetwood è uscito sano e salvo da quell’ascensore, e le sue condizioni fisiche sono più che buone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.