Usa, in arrivo l’app in grado di emanare odori


Che sia uno scherzo è ancora difficile da stabilirlo. Tuttavia, pare che dagli Usa arriverà a breve una app in grado di emanare odori. Lo scorso 1 aprile, il famoso motore di ricerca di Google si burlò degli utenti spiegando che era possibile sentire gli odori cliccando sul doodle. Ovviamente, si trattava di una bufala. Anche questa notizia andrebbe quindi presa con la dovuta attenzione. A ogni modo, svegliarsi sentendo un buon odore intorno a sé, questa è la promessa fatta dalla nuova app in arrivo dagli Usa. Risveglio al profumo di bacon, questa campagna promozionale ha ottenuto circa due milioni di menzioni sul social network relativo alle fotografie: Instagram. L’hashtag #Bacon ha ottenuto ben due milioni di menzioni, questo solo per far capire quanto la notizia abbia incuriosito un po’ tutti. Questa app promette a tutti gli utenti americani, molto golosi di bacon, di emanare un odore di pancetta mentre suona la sveglia. L’ha creata l’azienda Oscar Mayer ed è accompagnata un dongle (una sorta di dispositivo di connessione a pc e smartphone) simile a una penna usb che si connette all’iPhone e che sveglia con un suono simile al bacon che si cuoce nella padella accompagnato dal relativo profumo. Intanto, si parla solo del profumo di bacon, ma se dovesse funzionare e non trattarsi dell’ennesima bufala, sarà possibile non solo svegliarsi a profumo di questa pancetta, ma anche odorare tutto quello che si vuole. Un modo per soddisfare almeno uno dei cinque sensi e tirarsi su di morale. Dunque, dagli usa arriva l’app che emana gli odori. Staremo a vedere se usciranno ulteriori notizie in merito. Già in passato sono trapelate varie indiscrezioni su applicazioni in grado di fornire questo servizio, ma al momento pare che di reale sia uscito ben poco. Certo è che con il tempo la tecnologia sarà sempre più in grado di stupirci. Vedremo se sarà anche questo il caso.


Leggi altri articoli di Curiosità

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close