Fumo, amputate le gambe a Victoria Marks: vuole apparire sui pacchetti di sigarette

A Victoria Marks furono amputate le gambe a causa del fumo. Ora, la donna vuole apparire su tutti i pacchetti di sigarette. Dopo aver perso entrambi gli arti inferiori, Victoria Marks vuole che la sua immagine appaia su tutti i pacchetti di sigarette, per essere da monito a tutti i fumatori. Alla donna sono state amputate le gambe a causa del fumo e ora vuole che la sua immagine compaia sui pacchetti delle sigarette di tutto il mondo. La ragazza ha sviluppato un raro morbo (quello di Buerger: una forma aggressiva di trombosi) a causa del fumo che l’ha costretta a perdere le gambe. Queste ultime le sono state amputate e ora rischia anche l’asportazione degli arti superiori. Victoria Marks ha iniziato a fumare a 13 anni e fino ai 30 ha fumato in media venti sigarette al giorno. Ecco la denuncia da parte della giovane: “Dovrebbero informare meglio sui rischi del fumo. Su pacchetti di sigarette il governo dovrebbe utilizzare immagini scioccanti e oggi io chiedo che venga messa la mia foto, in modo da far capire ai giovani il rischio a cui vanno incontro”. A soli 26 anni ha iniziato ad avere i primi sintomi. Era provata da forti dolori alle gambe, ma pensava che ciò dipendesse dal fatto che fosse costretta a stare in piedi per diverse ore. Victoria ha affermato di sapere, ovviamente, gli effetti nocivi del fumo, ma di non sapere che si potesse sviluppare questo raro morbo che l’ha colpita. Negli anni, ha subito 14 operazioni e l’amputazione degli arti inferiori. Oggi è costretta a stare su una sedia a rotelle. Non solo: la malattia le ha colpito anche le braccia e ora rischia di perdere anche quelle. La donna attacca il Governo e dice che se avesse visto una donna ridotta come lei a 13 anni, non avrebbe mai iniziato a fumare. Ora, la Marks vuole apparire su tutti i pacchetti di sigarette, per sensibilizzare alla lotta anti fumo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.