Sedere grosso: colpa del tempo che passiamo sedute?

Il sedere grosso non è dovuto solo alla propria costituzione fisica naturale o all’alimentazione sbagliata: secondo una curiosa ricerca condotta da alcuni studiosi dell’Università di Tel Aviv la causa di un fondoschiena abbondante andrebbe attribuita anche alla vita sedentaria e, in particolare, al troppo tempo passato sedute.

Più si sta sedute premendo sulle natiche infatti e più il tessuto adiposo si espande contribuendo ad aumentare le dimensioni del sedere fino al 50%. Gli scienziati la definiscono ‘espansione cellulare’. Questo studio non nega che anche una sana e corretta alimentazione sia importante ma solo in parte: la massa grassa aumenta anche in base alle posizione che assumiamo. Lo scopo dello studio era quello di dimostrare che, per stare in forma, fare movimento tutti i giorni ed evitare una vita sedentaria, è anche più importante di mangiare sano o seguire una dieta ipocalorica. I risultati sono stati illustrati dal professor Amit Gefen, del Dipartimento di Ingegneria Biomedica sull’articolo dedicato alla ricerca e pubblicato sulla rivista di settore Biofisica. Mai quindi stare troppo a lungo sedute esercitando pressione sulle cellule adipose del fondoschiena. Certo questo non ci autorizza se lavoriamo in piedi a mangiare in maniera poco equilibrata abusando di grassi, fritti e dolci. Il consiglio è di abbinare i due principi e di fare anche con costanza esercizi mirati per i glutei (anche in casa seguendo tutorial online). Ovviamente chi per costituzione fisica tende ad avere un sedere abbondante non lo vedrà sparire del tutto ma ricordiamo che ci sono star, come Jennifer Lopez, che hanno fatto di questo il punto forte della loro bellezza e sensualità (tanto da arrivare perfino ad assicurare il proprio fondoschiena per migliaia di dollari). Chiudiamo con un commento ironico sui risultati della ricerca: ma chi dorme a pancia in giù rischia di aumentare la massa grassa sul ventre facendo pressione sull’addome?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.