Finto rapimento a Caluso: era uno scherzo per l’addio al celibato, ma vengono denunciati

A Caluso (in provincia di Torino), sei ragazzi organizzano un finto rapimento ai danni di un loro amico. In realtà, si trattava di uno scherzo architettato per festeggiare il suo addio al celibato. Durante il prelievo della falsa vittima, vengono visti da una donna e denunciati. Infatti, la donna, non sapendo che si trattasse di uno scherzo, ha segnalato la vicenda alle forze dell’ordine, che sono prontamente intervenute. Adesso rischiano di sporcarsi la fedina penale. Tutto per uno scherzo innocente, ma architettato sin troppo bene. I sei si erano armati di un furgoncino bianco e passamontagna. Hanno prelevato il loro amico dopo averlo pedinato, a Caluso.

Dopo aver organizzato il falso rapimento, lo hanno portato a festeggiare l’addio al celibato. Uno scherzo che però non è stato compreso da una testimone oculare. La donna ha chiamato i carabinieri e i giovani sono stati denunciati. Ora, le posizioni dei sei amici sono al vaglio degli investigatori. I ragazzi hanno organizzato il finto sequestro uscendo fuori da un furgone bianco, con volto coperto, prelevando l’uomo e fuggendo a tutto gas. Il rapimento è durato non più di 30 secondi. Meno di un minuto che però potrebbe costargli caro.

Russia, cuginette si chiudono nel frigo per gioco. Uno scherzo mortale che costa la vita a entrambe – LEGGI QUI

Una donna ha assistito alla scena e, non sapendo che si trattasse di uno scherzo, ha messo in allarme le forze dell’ordine. La spiegazione non è comunque bastata per lenire le posizioni dei sei ragazzi, così come la testimonianza dell’amico, impegnato nell’addio al celibato. Il ragazzo si sposerà nei prossimi giorni e questo piccolo inconveniente rischia di rovinare la festa. Dunque, a Caluso, uno scherzo è finito male. Organizzano un finto rapimento, ma un inconveniente mette in pericolo le fedine penali dei sei giovani che lo hanno architettato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.