Sente un forte prurito al naso: al suo interno ha 50 larve di mosche


Un uomo sente un forte prurito al naso. Al suo interno, in medici scoprono che ha 50 larve di mosche. Una scoperta che ha stupito tutti quella fatta dai medici di un ospedale di Mumbai. Un uomo indiano, disperato a cause dell’incessante prurito al naso, è andato al pronto soccorso per cercare di capire cosa avesse. Al suo interno, dopo accurati controlli, i medici trovano 50 larve di mosche. Per diverse settimane, un uomo indiano è stato costretto a convivere con un fastidioso prurito al naso. Non ne poteva più di grattarsi e starnutire. Gli arrossamenti gli hanno reso la vita impossibile e lo hanno convinto che non si trattava di un semplice raffreddore.

India, 21enne rifiuta matrimonio combinato: uccisa dai genitori  – LEGGI QUI


Si è così recato presso l’ospedale di Mumbai. La scoperta fatta dai medici è stata scioccante: nessuna malattia, ma 50 larve di mosche situate nella narice. Una situazione che poteva peggiorare in maniera decisiva. I piccoli vermi, se non fossero stati prelevati in tempo, avrebbero disintegrato le ossa e i tessuti molli del viso, il naso e gli occhi. Avrebbero provocato infezioni, meningite e probabilmente portato l’uomo alla morte. La dottoressa Meenesh Juvekar ha operato d’urgenza il paziente e rimosso dal suo naso le 50 larve di mosche. L’intervento è durato circa due ore. L’operazione è stata ripresa dai medici.

India, nasce con 4 braccia e 4 gambe: osannato come fosse una divinità – LEGGI QUI

Sono soltanto 6 i casi simili avvenuti negli ultimi quindici anni. Di norma, avviene a persone che vivono in ambienti scarsamente igienici o si nutrono poco e male. Dunque, in India un uomo sente un forte prurito provenire dal naso. Al suo interno i medici trovano delle larve pronte a generare nascituri. Le mosche avrebbero potuto portare a conseguenze devastanti per l’uomo. Non è chiaro il contesto in cui vive il giovane, ma probabilmente la sua condizione di povertà e di conseguente scarsità igienica ha provocato l’incredibile episodio.

 


Leggi altri articoli di Curiosità

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close