Rio 2016: è emergenza cacca di uccelli, campi da tennis pieni di escrementi

E’ il giorno della cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Rio 2016 e tra un’indiscrezione e l’altra sul costumi, danze e fuochi di artificio è arrivato l’allarme uccelli, o forse sarebbe meglio dire emergenza cacca di uccelli. Sembrerebbe infatti che gli stormi di uccelli che sorvolano i campi da tennis di Rio 2016 stiano diventando un serio problema. I campi sono ricoperti dagli escrementi dei volatili e questo può rappresentare un rischio per chi si allena prima e per chi dovrà gareggiare poi. Gli organizzatori si sono rivolti ad un team di esperti per capire come muoversi per cercare di risolvere il problema. I più preoccupati, giustamente sono i tennisti. Ad esempio Bruno Soares, che giocherà nel doppio, ha rivelato che sarebbe più tranquillo se i campi venissero ripuliti dagli escrementi degli uccelli.

RIO2016 IN TV: TUTTI GLI ORARI PER SEGUIRE LE OLIMPIADI IN DIRETTAI campi scoperti possono presentare questo tipo di problemi e come ha detto lo stesso Soares, una situazione del genere si è già verificata in Australia. Il tennista è anche convinto che se “un match si fa particolarmente intenso gli uccelli staranno alla larga, perché si spaventano”. Come dicevamo, degli esperti sono già al lavoro per capire come affrontare il problema e Eduardo Frick, il responsabile dell’area, ha affermato che le pulizie, specie nei campi da tennis scoperti, sono molto frequenti. Tuttavia a rendere il lavoro degli addetti alle pulizie molto difficile ci pensano i forti venti che spirano nella zona e che in questi giorni sono arrivati a 60Km/h. Eduardo Frick ha aggiunto che la zona colpita da questa invasione di escrementi di uccelli è la stessa dove prima sorgeva l’autodromo di Jacarepaguà, circuito che oggi ospita il Parco Olimpico ma che in passato per diversi anni ha fatto parte del calendario del campionato mondiale di motociclismo. E gli alberi hanno sempre caratterizzato la zona per cui il problema degli escrementi degli uccelli non è una novità. Staremo a vedere quale strategia adotteranno gli esperti per evitare che i campi siano ricoperti dagli escrementi dei volatili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.