Bus si incendia: salta la registrazione di C’è posta per te

Brutta disavventura per un gruppo di persone che erano in viaggio per Roma: doveva essere un fine settimana all’insegna del divertimento, qualcuno avrebbe persino realizzato un sogno, andare in tv ma alla fine, il viaggio si è trasformato in una tragedia sfiorata. Un bus, che doveva raggiungere gli studi Elios, gli studi di Mediaset, con i 50 passeggeri ospiti del programma “C’è posta per te” della De Filippi, ha preso fuoco in autostrada propagando le fiamme alla montagna. L’incendio ieri in una zona già funestata dagli incendi all’altezza di Sulmona. Per fortuna nessuno dei passeggeri del bus ha avuto bisogno dell’intervento dei soccorsi, tutti i passeggeri che stavano per raggiungere Roma, stanno bene e non hanno subito nessuna conseguenza, se non il grande spavento. Come saprete, il programma di Maria de Filippi che andrà in onda in inverno su Canale 5, viene registrato anche nel periodo estivo, in base alla disponibilità degli ospiti che possono partecipare o meno, e agli impegni della conduttrice che deve dividersi tra lo show del sabato sera, Uomini e Donne, Tu si que vales e i provini di Amici. 

Il nuovo fronte degli incendi, nella zona opposta della Valle a Peligna rispetto al Morrone, ma anche l’incidente di Cocullo, hanno dirottato una parte consistente dei soccorsi da Sulmona e Pacentro, dove le fiamme, dopo rispettivamente otto e nove giorni dagli inizi dei roghi, non sono state ancora domate. 

Questa disavventura per il pubblico che avrebbe dovuto assistere alla puntata di C’è posta per te è finita davvero bene anche grazie alla prontezza di riflessi dell’autista che a quanto pare, si è accorto che qualcosa al motore non stava funzionando e prima ancora che l’incendio potesse trasformarsi in un vero e proprio rogo, ha messo in salvo tutte le persone che stavano viaggiando sul mezzo. Solo un brutto spavento quindi per tutti i pescaresi a bordo del bus. 

( immagine di repertorio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.