Torna l’ora legale, nel weekend si dormirà un’ora in meno

ora legale

Chi attendeva da tempo che le giornate si allungassero, con più ore di sole a disposizione, sarà accontentato. Questo fine settimana torna l’ora legale. Ovviamente, oltre ai risvolti positivi della questione, ce ne sono anche di negativi in quanto si dormirà un’ora in meno. Nella notte tra sabato 24 e domenica 25 marzo 2018 le lancette dovranno essere spostate in avanti, dalle 2 alle 3. L’ora legale fa sì che si possa godere di un’ora di luce in più. Per alcune persone questo cambiamento repentino di orario può provocare un effetto jet-lag, in quanto l’organismo deve abituarsi al nuovo orario. 

TORNA L’ORA LEGALE NELLA NOTTE TRA SABATO 24 E DOMENICA 25 MARZO: LE LANCETTE VERRANNO SPOSTATE DALLE 2 ALLE 3

La prossima domenica dunque torna l’ora legale nei Paesi che la adottano e questo consentirà, nei prossimi mesi, di avere a disposizione un’ora in più di luce. Questo aiuta per quanto riguarda anche i consumi elettrici, in quanto si potranno tenere le luci spente più a lungo. Per questo motivo il prossimo weekend la popolazione mondiale che tornerà all’ora legale dormirà un’ora in meno, con tutto ciò che questo comporta per il bioritmo di ognuno.

L’ORA LEGALE E LE CONSEGUENZE PER L’ORGANISMO UMANO

Alcune persone possono subire le conseguenze del cambiamento di orario e accusarne gli effetti più di altre. Modificare l’orario in maniera repentina può comportare un effetto jet-lag, come succede quando si cambia fuso orario. Come fare per limitare gli effetti negativi? In vista del cambio di orario si può andare a letto ogni sera un po’ prima, così da abituarsi in maniera più graduale al cambiamento di orario facendo sì che sia meno brusco. 

A vivere in Paesi che adottano l’ora legale è circa un quarto della popolazione mondiale. Non si conoscono nel dettaglio tutte le conseguenze sul comportamento e la fisiologia degli esseri umani. Ciò che si sa è però che l’orologio biologico di ogni individuo si basa proprio sulla luce naturale e dunque il cambiamento dell’orario che avviene in modo repentino in una sola notte può avere delle conseguenze. Ci vuole dunque un po’ di tempo per adattarsi. Alcuni studi hanno reso noto che il ritmo sonno-veglia ha difficoltà ad adattarsi all’ora legale. A subirne maggiormente le conseguenze sarebbero coloro che tendono ad andare a dormire tardi e a svegliarsi tardi la mattina. 

I VANTAGGI DELL’ORA LEGALE

Fortunatamente l’ora legale, nonostante queste difficoltà di adattamento che possono essere riscontrate, porta con sé numerosi vantaggi. In effetti godere di un’ora di luce in più ogni giorno consente di poter stare all’aria aperta più a lungo. Inoltre il risparmio energetico non è da sottovalutare, in quanto si può godere più a lungo della luce naturale accendendo quella artificiale il più tardi possibile. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.