Aurora Ramazzotti doveva mandare la foto con in brufoli alla dermatologa poi la scelta coraggiosa

La perfezione non esiste e lo dicono tutti ma pochi come Aurora Ramazzotti hanno il coraggio di mostrarsi senza filtri. Quella foto con i brufoli ha buttato giù qualche muro, almeno in questi giorni. Anche Aurora usa i filtri, come tutti, ma anche lei come tutti e tutte ha dei difetti, la differenza è che quello scatto che doveva inviare alla dermatologa è finito sui social, sul suo profilo Instagram, con un obiettivo ben preciso. A TV8 nello studio di Ogni mattina Aurora Ramazzotti ha raccontato che quello scatto che mostra l’acne è del suo fidanzato, è un’immagine dello scorso fine settimana, erano insieme a Venezia. Ha guardato la foto e ha pensato che era carina, peccato per quei brufoli. Un attimo dopo è andata oltre e ha ragionato sul mondo in cui viviamo, che ci impedisce per imbarazzo di non mostrare un difetto. Non ci ha pensato molto, ha condiviso con il mondo intero quella foto ma è soprattutto il testo che ha aggiunto ad avere fatto centro.

AURORA RAMAZZOTTI: “CAVOLO SONO CARINA… PECCATO PER I BRUFOLI”

Ha sofferto in passato per le critiche, per i difetti che possono avere tutte, era piccola ed è la figlia di Eros Ramazzotti e Michelle Hunziker. Forza e debolezza nello stesso momento, sa che farà sempre i conti con se stessa ma è pronta ad amarsi sempre di più e a mostrare la verità. Questo è il suo messaggio, perché è assurdo far credere ai giovanissimi e non solo che sui social sono tutte belle e perfette. Niente brufoli, niente cellulite, niente smagliature, tutte con il massimo della tonicità e senza un capello fuori posto, mai. 

Il suo esempio è già stato seguito da altre vip come Laura Cremaschi e Giulia De Lellis ma non solo. Tutte hanno avuto problemi di pelle o li hanno ancora.

E’ il momento di cambiare, di mostrare ciò che è vero. Aurora è andata oltre, speriamo lo facciano tante altre persone famose.

One response to “Aurora Ramazzotti doveva mandare la foto con in brufoli alla dermatologa poi la scelta coraggiosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.