Rosa Perrotta magrissima ma è per un grande dolore: “Evitate parole negative” (Foto)

Rosa Perrotta è apparsa magrissima sul suo profilo social, non le va di parlare molto di quest’ultimo periodo della sua vita, per lei il più brutto, ma non può non rispondere agli haters che l’hanno insultata per i chili persi (foto). Quei commenti negativi le fanno male ma pensa anche che sia assurdo che ancora oggi ci siano persone capaci di non andare oltre l’immagine e capaci di pensare che se una persona ha perso peso vada additata come anoressica. Rosa Perrotta ha rassicurato tutti, il suo non era certo un desiderio di vedersi più magra. E’ vero, ha perso peso ed è evidente ed è per questo che ha voluto chiarire: “Vengo dal periodo più brutto della mia vita”. Una persona a lei molto cara è stata male, dalle sue parole di conforto agli altri si intuisce che forse qualcuno della sua famiglia è stato in ospedale a causa del Covid. Adesso Rosa è più serena, tutto si è risolto nel modo migliore ma leggere quei commenti le fa male.

ROSA PERROTTA: “MI SCRIVONO CHE SONO ANORESSICA”

“Chi mi conosce sa che non sono una che tende a spettacolarizzare il proprio dolore o i momenti negativi della sua vita. Condivido solo le cose belle perché credo che le tragedie le viviamo un po’ tutti. Preferisco regalare un sorriso che raccontare i miei drammi. Credo che i grandi dolori meritino silenzio”. Per un po’ è stata assente, ha dovuto affrontare un brutto periodo: “Una delle persone più care della mia vita è stata molto male. È stato un periodo buio e difficile in cui abbiamo dovuto tutti rimboccarci le maniche e trovare la forza per affrontare la situazione”.

La persona a cui si riferisce oggi sta bene ma le conseguenze le nota anche su se stessa, uno stress psicofisico inevitabile: “con tutte le conseguenze che può avere sulla coppia e sulla serenità di una persona e della famiglia”.

I soliti odiatori non hanno atteso, additata perché diventata troppo magra, anoressica: “Non sappiamo nulla della vita degli altri. Fortunatamente non sono anoressica ma ci vuole un po’ di delicatezza nel rivolgersi agli altri…” e come nel suo caso nel rivolgersi a chi stava soffrendo per una persona cara. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.