Charlene di Monaco resta in Sudafrica, sta ancora male

La principessa Charlene di Monaco continua a stare male, non torna al Principato, non festeggerà il decimo anniversario di matrimonio con il principe Alberto. Proseguono i problemi di salute per Charlene Wittstock che resta in Sudafrica, costretta a prolungare il suo soggiorno. Nelle scorse settimane si è sottoposta a un intervento chirurgico, un’operazione che non poteva evitare ed è la casa reale a confermare la notizia. Con una nota inviata al People si apprende di una “decisione difficile” necessaria per “affrontare le complicazioni di una precedente operazione”. Un intervento che Charlene di Monaco ha subito a metà maggio a causa di una grave infezione otorinolaringoiatra. Per la prima volta la principessa non sarà con suo marito per l’anniversario di nozze e ha espresso tutto il suo dispiacere.

CHARLENE E ALBERTO DI MONACO PER LA PRIMA VOLTA SEPARATI NEL GIORNO DELL’ANNIVERSARIO

“Quest’anno sarà la prima volta che non sarò con mio marito per il nostro anniversario di matrimonio a luglio, il che è difficile e mi rattrista” si legge nella nota in cui la Wittstock spiega che in accordo con il principe ha seguito le indicazioni dei medici.

“Albert e io non abbiamo avuto altra scelta che seguire le istruzioni del team medico, anche se è stato estremamente difficile. È stato il supporto più incredibile per me”. Si prolunga così il suo soggiorno nel suo Paese ma non conosce il tempo necessario per la sua totale ripresa. “Le mie conversazioni quotidiane con Albert e i miei figli mi aiutano a mantenere alto il morale, ma mi manca molto la loro presenza. Sono stata fortunata ad averli avuti qui in visita in Sudafrica, ed è stato davvero meraviglioso vederli. Non vedo l’ora di tornare a stare insieme”. La principessa si era recata in Sudafrica per dedicarsi alla sua Fondazione poi il problema di salute e le conseguenze che la bloccano e la tengono lontana dai suoi figli. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.