Rosalinda Cannavò sulla Sicilia zona gialla: “La situazione sta degenerando”

Rosalinda Cannavò è in Sicilia, nella sua bellissima isola che a breve diventerà zona gialla e l’attrice è spaventata ma non dalle regole, da quella che definisce vera ignoranza. L’ex gieffina vip ripete che lei si è vaccinata appena ha avuto l’opportunità di farlo, convinta che sia una scelta giusta e saggia ma confida che tantissime persone che sta incontrando in Sicilia non sono vaccinate ma che soprattutto alla domanda sul perché non si sono ancora vaccinate non sanno rispondere. Rosalinda Cannavò mette a confronto le sue argomentazioni che l’hanno portata al vaccino e quelle inesistenti di chi non sa dare una risposta alle proprie scelte. 

LA PREOCCUPAZIONE DI ROSALINDA CANNAVO’ PER LA SICILIA

La fidanzata di Andrea Zenga è preoccupata e rompe il silenzio, ha atteso prima di parlarne ma adesso per lei la situazione sta degenerando. “Io sono arrivata qui e devo dire con mia amarezza che la maggior parte delle persone non hanno il vaccino, e alla mia domanda perchè hai fatto questa scelta non sapevano darmi una motivazione concreta, quella che io so dare per aver preso questa scelta di vaccinarmi” ha raccontato spiegando che è molto amareggiata.

Questo mi da molta amarezza, perchè la Sicilia adesso lunedì diventerà zona gialla, quindi questo fa capire che la situazione sta degenerando. A me quello che più in assoluto fa paura è l’ignoranza e anche in questo caso a mio avviso sta anche qui prevaricando l’ignoranza” chiede ai follower di dare una opinione, magari anche contraria alla sua ma almeno che sia motivata. 

Adua del Vesco, c’è ancora chi la chiama così, cambia poi argomento, felice di trascorrere un po’ di tempo con la sua famiglia nella sua adorata Sicilia non riesce a spiegarsi perché in vacanza si alza sempre prestissimo. Poi si prepara la colazione, non ha intenzione di farsi rovinare troppo la giornata da chi considera ignorante. Chissà quanti dei suoi fan la penseranno come lei. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.