Brooke Shields sconvolge tutti raccontando la violenza subita

E' sconvolgente la confessione di Brooke Shields che per la prima volta parla della violenza subita
Brooke shields violentata

Al Sundance Film Festival il documentario di Brooke Shields che per la prima volta racconta di avere subito violenza. La star di Laguna Blu e di tanti altri film, la meravigliosa Brooke Shields, ha rivelato uno stupro, ha confidato al mondo intero cosa è accaduto quando era giovanissima. Erano gli inizi della sua carriera, Brooke Shields solo oggi ha trovato la forza di dire tutto ma è stato un percorso lungo il suo, doloroso. Non lo raccontò al mondo intero in quella drammatica occasione, pensò solo che doveva sopravvivere. Era un uomo che aveva conosciuto dopo il diploma al college, era con lui per discutere la partecipazione al casting per un nuovo film. Era così giovane, quell’uomo la invitò in albergo dicendole che voleva chiamare un taxi per lei e doveva farlo dalla sua stanza. Lui andò in bagno e ne uscì completamente nudo.

Brooke Shields disse a stessa: “Cerca di sopravvivere e venirne fuori”

“Fu come una bagarre… avevo paura di soffocare o qualcosa del genere” l’attrice è ovviamente sincera, racconta di non ricordare di avere lottato molto, con queste parole dice molto, era terrorizzata. “Ero assolutamente congelata. Pensavo che il mio ‘no’ dovesse essere sufficiente, e pensai solo: cerca di sopravvivere e venirne fuori”.  L’aiuto un amico a cui telefonò subito dopo, fu lui a farle capire cosa era accaduto.

Per la prima volta Brooke Shields ne parla pubblicamente, parla di quella violenza, dell’aggressione. Dietro questo drammatico racconto c’è molto di più, c’è lei ragazzina, ancora così piccola ma trasformata dopo “Pretty Baby” in un oggetto sessuale; usa queste parole.

Mi ci sono voluti molti anni di terapia per riuscire a parlanre e ho lavorato molto duramente su questo argomento, ho imparato ad elaborarlo. Siamo arrivati a un punto, nella nostra società, in cui possiamo parlare di queste cose molto più apertamente” questo è il suo sollievo, perché oggi è madre. Sono madre di due bambine, spero che il solo fatto di sentire ciò che mi è accaduto possa contribuire a evitare che si ripeta” anche se continua ad accadere a troppe figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.