Luca Marin racconta: la storia tra Fede e Filippo è iniziata a maggio

Non ci sta a fare la parte dell’ingenuo Luca Marin, l’ex fidanzato di Federica Pellegrini e protagonista, suo malgrado, del gossip dell’estate. Lasciato dopo tre anni di amore dalla campionessa per il collega e capitano della nazionale maschile di nuoto, Filippo Magnini. Non vuole apparire per quello che non aveva capito nulla, anzi. Rilancia le voci che erano seguite ad alcune foto apparse sui giornali e sostiene che la storia tra la Pellegrini e Magnini sia cominciata a Tenerife, nel maggio scorso, dove si erano riuniti tutti i nuotatori. Si era accorto del gioco di sguardi tra i due e non era stato con le mani in mano: subito aveva chiesto dei chiarimenti a Federica, pronta però a gettare acqua sul fuoco,calmando le sue gelosie. Non solo: la nuotatrice aveva chiesto a Marin di lasciarla in pace in vista dell’imminente partenza per il mondiale. E così pare che Marin abbia fatto: ha messo da parte dubbi e si è anche scusato col suo capitano per le accuse, per la gelosia e con lui si era confidato, raccontandogli del momento di lontananza che stava vivendo con la Pellegrini. Questa è una delle ferite che brucia di più a Marin: la fiducia che aveva riposto nell’amicizia con Magnini. E A Shangai le cose sono cambiate definitivamente: il giorno in cui la Pellegrini ha vinto l’oro nei 400 stile libero il nuotatore siciliano si è precipitato nella stanza d’albergo della neocampionessa per complimentarsi della vittoria e lì si è sentito dire quello che non si sarebbe mai aspettato: “Luca non ti amo più”. Oltre il dolore, la rabbia, anche la richiesta della nuotatrice all’ex di spiegare lui tutto ai media. Ma Marin racconta anche della sera del bacio la cui foto è finita su tutti i giornali: nel bar Rouge di Shangai c’era pure lui. I suoi amici lo hanno dovuto portare fuori dal locale di peso. Ora ha conosciuto una ragazza che lo sta aiutando a dimenticare Federica, a cui comunque augura di essere felice. E di Magnini è sicuro che sia solo interessato all’attenzione che i media dedicano alla Pellegrini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.