Italo Bocchino querela Sabina Began: idillio finito

E’già finito l’idillio che era nato durante l’estate tra l’onorevole di Fli Italo Bocchino e la soubrette Sabina Began. I due erano stati fotografati insieme in Costiera Amalfitana in vacanza insieme. Dopo le dichiarazioni rilasciate ai giornali in cui la moglie di Bocchino sosteneva di essere a conoscenza ormai da tempo della relazione tra suo marito e il ministro Mara Carfagna, a cui poi è seguita la separazione legale tra loro, ecco che le vicende personali dell’onorevole tornano alle luci della ribalta. La Began durante un’intervista rilasciata al settimanale “Vanity Fair” parla del loro rapporto e rivela anche il contenuto di alcuni sms inviati da Bocchino. «All’improvviso mi aggredisci senza ragione. Io mi sono aperto con te, sto bene con te e mi piaci – scrive  – Ma sono sensibile e quando mi tratti male soffro».  Questo è il testo di uno tra i tanti messaggi. E l’attrice sostiene di non farcela più, di volere essere lasciata in pace. In risposta all’articolo, l’onorevole ha dato mandato all’avvocato Leone Zeppieri di procedere alla denuncia del settimanale Vanity Fair per diffamazione a mezzo stampa e anche di Sabina Beganovic (nome intero della donna), la quale racconta anche con dovizia di particolari l’incontro col politico e anche l’approccio con cui lui l’ha avvicinata: disinvolto, dopo essersi fatto presentare dal proprietario del locale in cui i due si trovavano a cena, Bocchino le avrebbe chiesto subito un bacio. Poi l’affondo: i due per muoversi da Roma a Ravello, dove dovevano trascorrere qualche giorno insieme, avrebbero usato l’auto blu in dotazione all’onorevole.  Ma secondo la Began questa era una storia che fin dall’inizio non poteva continuare: lei, dalla parte di Berlusconi di cui è amica ed estimatrice, lui che da poco è uscito dal suo partito. Requisito fondamentale per l’attrice è sempre stata la stima nei confronti del premier: chi non la nutre non le può stare accanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.