Serena Rossi dalla gravidanza all’allattamento, il suo periodo perfetto da quando c’è Diego (Foto)

Le avevano detto che incinta e poi mamma non avrebbe più lavorato come prima e invece Serena Rossi oggi con il suo piccolo Diego tra le braccia si gode il suo momento d’oro. Fortunata in amore con accanto Davide Devenuto, talentuosa raccoglie i frutti del suo lavoro e soprattutto Serena Rossi confida che non si ferma mia. L’attrice partenopea racconta alla rivista Gente il suo momento d’oro partendo dalla gravidanza, da quando scelta per il film Ammore e Malavita scoprì di essere incinta e pensava che non l’avrebbero più voluta sul set. Invece, il film è uscito il 5 ottobre scorso e Serena racconta come ha fatto a girare le scene anche con il pancione enorme. Volevano lei per questo film e l’attrice è riuscita a trovare una soluzione, aiutata anche da una gravidanza che la stancava ma era facile da gestire.

“Mi hanno stupita: mi volevano lo stesso, purché trovassi io una soluzione. Parlando con i miei genitori è venuta fuori l’idea di farmi sostituire da mia sorella Ilaria nelle scene d’azione e poi, quando la pancia era enorme, anche in tutte le inquadrature larghe. Era assurdo: Morelli recitava guardando mia sorella, mentre io dal monitor urlavo le battute”. Ecco svelato il segreto sul set di Serena Rossi in Ammore e malavita.

Serena Rossi in lacrime a Detto Fatto – qui il video

Più volte l’attrice e conduttrice, impegnata in tv con Celebration il sabato sera, ha confidato che porta sempre con sé suo figlio Diego. Emozionata rivela alla rivista Gente che lo allatta ancora la sera e la mattina: “Conto di smettere dopo il suo compleanno, ma è la nostra coccola e farò più fatica io di lui a rinunciarci”. Meravigliosa Serena Rossi è vera come poche, sottolinea che nella sua professione ha fatto da sola e senza fretta ma il compagno l’ha aiutata a fare il grande salto quando ha lasciato Un posto al sole per tentare di più. Ha vinto Serena e si vive il suo periodo d’oro in amore e lavoro.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.