Belen mostra qualche rughetta e risponde al commento “Quanto sei invecchiata”

Anche Belen un giorno invecchierà, come tutte, ma c’è chi non vede l’ora di dirglielo. Belen Rodriguez è cambiata, la seconda maternità l’ha cambiata, la gravidanza meno semplice rispetto a Santiago, la nascita della sua bambina, il rapporto con Antonino Spinalbese. Anche il suo compagno subito dopo il parto ha visto in lei una dolcezza nuova, forse la serenità che prima non aveva. Così è semplice mostrare le rughe, anche quelle piccolissime d’espressione che Belen ha mostrato nel suo ultimo post. Uno scatto senza filtri? Sembra davvero strano, Belen un tempo era ossessionata dallo scatto perfetto. La felicità che mostra, quella sì che è perfetta. C’è però chi nota solo l’apparenza e ha notato qualche rughetta, quelle che la showgirl ha voluto mostrare.

LA RISPOSTA DI BELEN A CHI NOTA LE RUGHE E DICE CHE E’ INVECCHIATA

A 36 anni le foto senza filtri lasciano intravedere qualche segnetto sul viso e per Belen non sembra essere più un problema. “Quanto sei invecchiata” commenta un follower che divide gli altri. C’è chi si schiera subito dalla parte della Rodriguez e delle donne e chi nota le rughe pensando che le altre foto sono tutte finte. 

“E’ gente frustrata. Come se invecchiare fosse una cosa di cui vergognarsi. Invecchiare felici è la cosa più nobile di questo mondo! Il problema è la gente che diventa grande con quella testa! Mamma quello sì che mi spaventa!” detto da Belen un po’ ci sorprende ma tutti prima o poi cresciamo e andiamo oltre l’aspetto fisico e quella perfezione che non esiste. Sarà sempre bellissima ma forse ha già deciso che un giorno invecchierà senza eliminare troppe rughe. 

Dopo i tanti auguri per la nascita della figlia sul suo profilo social tornano i commenti negativi di chi le fa notare che ogni anno cambia amici e che prima o poi cambierà di nuovo compagno.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.