Asia Argento sobria da un anno: “Avevo toccato il fondo”

asia argento alcol

Quanti personaggi famosi come Asia Argento sono disposti a raccontare di avere toccato il fondo e festeggiare un anno di sobrietà. L’attrice e regista lo fa, festeggia il suo traguardo, il primo, anche se già qualche anno fa aveva smesso e per tre anni, poi è ricaduta e confessa di avere fatto anche peggio. Già nel suo libro Asia Argento si era messa a nudo ma nei suoi 37 anni di carriera non si è mai nascosta. “Oggi compio un anno di sobrietà” scrive sul suo profilo social, parla di abuso di droga e poi di alcol ma da un anno è sobria, sta bene. Ha deciso di volersi bene il giorno dopo il terzo anniversario della morte di Anthony. Era il suo compagno, si è tolto la vita, un suicidio che ha sconvolto tutti, possiamo solo immaginare quanto abbia reso Asia Argento ancora più fragile.

Asia Argento, le sue scelte dopo la morte del compagno e della madre

“Per chi mi conosce, chi ha letto il mio libro, o semplicemente mi ha seguita in questi 37 anni di carriera e vita pubblica, sa che fin da quando ero una ragazzina ho cercato di colmare un vuoto innato dentro di me, fatto di paure, ego, e difetti di carattere, con l’abuso di droga prima, ed alcol poi. Ho provato ad annegare i dispiaceri nell’’oblio ma dopo un po’ hanno imparato a galleggiare”. Confida e spiega che è andata sempre peggio: “I miei ansiolitici sono diventati dei depressivi. Ero già stata sobria dal 2013 al 2016, ma poi ho avuto una ricaduta che è durata 5 anni in cui ho veramente toccato il fondo, in tutti sensi ma soprattutto spiritualmente. Un anno e mezzo fa, dopo la sofferenza per la perdita di mia madre, ho iniziato a praticare il buddismo di Nichiren Daishonin ed il mio karma ha iniziato a trasformarsi, così come i miei pensieri, azioni e parole”.

Poi è arrivata la voglia di amarsi: “Ho ritrovato il desiderio di smettere di farmi del male, di espandere la mia coscienza. Con l’aiuto del programma di recupero di AA ho trovato la serenità, dei nuovi scopi ed obiettivi, un giorno alla volta”.

Quello di Asia Argento è un coming out che si augura possa aiutare anche gli altri: “C’è una soluzione, se ne può uscire! Provo una gratitudine immensa, e ringrazio gli amici che percorrono con me la strada che porta verso la luce. Ho smesso di bere un giorno dopo il terzo anniversario della morte di Anthony. Dedico a lui il mio progresso, e prego per la sua pace”.

 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.