Proprio a me: i 4 anni di amore tossico di Selvaggia Lucarelli con un uomo dal quale dipendeva

“Il primo buco è stata una mail” dice Selvaggia Lucarelli che nel suo podcast, Proprio a me, racconta dei suoi 4 anni di dipendenza. L’amore tossico, può essere una droga e per lei lo è stato perchè da quell’uomo, di cui non fa mai il nome e non ne rivela l’identità, Selvaggia dipendeva, in tutto e per tutto. Una dipendenza fisica e psicologica che l’ha portata a cambiare la sua vita, a distruggersi quasi, per 4 anni, fino a quando poi, alla fine non ha trovato la forza di dire basta, di smettere di farsi del male. Ha capito che valeva molto di più, che avrebbe potuto farcela da sola, ha capito che doveva amarsi e amare quel bambino che tanto aveva sofferto, e che nonostante la piccola età aveva dedotto che la persona che era al fianco della sua mamma, non l’amava. Perchè in questa storia d’amore tossico, a farsi male erano in tre. Selvaggia incapace di lavorare, di decidere, di troncare, di rendersi conto che la sua vita valeva di più che non era la descrizione che quell’uomo faceva di lei. Lo stesso imprenditore, di cui non si fa mai il nome, ma che è facile capire di chi si tratti, grazie a una serie di informazioni rintracciabili sul web. Ma anche il piccolo Leon che per questo amore malato, aveva dormito in una stanza che doveva essere una sauna.

Non è stato sicuramente facile per Selvaggia raccontare i 4 anni di dipendenza da questo amore tossico, Oggi si dice guarita e certamente è così, ma anche solo ricordare tutto quel dolore provato, non deve essere stato semplice. Lo ha fatto perchè la sua storia possa in qualche modo aiutare le tante donne o anche gli uomini, che vivono una storia d’amore malato, che come sappiamo, sono tantissime. Non importa se sei ricco, se sei meno ricco. L’amore tossico travolge a tutte le età, a prescindere dalle esperienze e non guarda il ceto sociale.

L’uomo misterioso che ha cambiato la vita di Selvaggia Lucarelli

La scrittrice nella sua storia non fa mai il nome di questa persona, e neanche nelle tante interviste che ha rilasciato i questi anni, ne ha parlato. E’ una storia d’amore che, come racconta la scrittrice, nasce tra il 2008 e il 2012. Aveva da poco divorziato da Laerte Pappalardo e per seguire questo amore, per lei fondamentale, aveva lasciato Roma, ritrovandosi a Milano nella casa di questo imprenditore che aveva l’ossessione per l’ordine e la pulizia. Voleva che tutto fosse perfetto, sapeva che Selvaggia non lo era, ma allo stesso tempo da lei non si sapeva staccare. E quelle volte in cui la umiliava aveva la sua vittoria, perchè come Selvaggia racconta, era persino arrivata a strisciare ai suoi piedi. Oggi non sa neppure perchè lo faceva, non se lo sa spiegare. Ma non può cancellare quello che è stato.

Non sono mancati i viaggi tra Milano e New York al fianco di questo noto imprenditore, come si può vedere anche dalle tante immagini sul web. E la cronaca rosa aveva anche seguito gli alti e bassi di questa relazione, raccontandone anche il ritorno di fiamma. Tutto confermato dalle circostanze che Selvaggia racconta: si erano lasciati per un anno, per poi tornare insieme, ed è in quel momento che i due sono ricomparsi sulle riviste di cronaca rosa.

Ci stavano riprovando ma di certo nessuno mai avrebbe immaginato che entrambi vivevano un amore tossico. I sorrisi di circostanza per i paparazzi, qualche foto in pubblico per nascondere il dramma privato, bisognava mantenere le apparenze. Ma della Selvaggia vivace, piena di idee, era rimasto ben poco. Magra, con un problema di perdita di capelli, con zero autostima e con zero soldi sul conto corrente. Fino a quando si accorge che tutto questo la sta uccidendo non solo nell’anima…E mette la parola fine al suo amore tossico, ripartendo da lei.

Per la prima puntata di questo ciclo, Selvaggia si apre, con al sua storia, dando modo anche ad altre donne di raccontare la loro storia. La condivisione di qualcosa che ha cambiato per sempre le loro vite ma anche la dimostrazione che dopo un amore tossico si può voltare pagina, come è successo a Selvaggia, che oggi è felice al fianco di un uomo che le fa bene e al quale lei fa bene! E al fianco di Leon, ormai adolescente e pronto anche ad ascoltare la storia di una mamma così coraggiosa.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.