Tra Adriana Volpe e l’ex marito volano stracci sui social: “Un altro uomo nudo davanti a mia figlia”

Che imbarazzo il botta e risposta tra Adriana Volpe e l’ex marito. Tutto è iniziato con un post di Roberto Parli, un lungo commento che accompagna una foto. Tutto è stato poi rimosso dal suo profilo Instagram ma tutti hanno fatto in tempo a leggere, anche Adriana Volpe che non ha retto e a sua volta ha scritto un post accusando suo marito per difendere giustamente se stessa. Un’immagina nera e un post della conduttrice e a questo punto non c’è dubbio che l’ex coppia sia ai ferri corti, ma cosa è successo? Iniziamo dal post di Adriana, sconvolta per quello che ha scritto l’ex marito, il padre di sua figlia.

IL POST DELL’EX MARITO DI ADRIANA VOLPE SCONVOLGE LA CONDUTTRICE

“Ho letto un post che devo duramente censurare e che, purtroppo, palesa i gravi problemi di mio marito. Basti pensare che ieri sera eravamo serenamente a cena al ristorante insieme con nostra figlia e oggi pregiudica e infanga. Al momento non voglio aggiungere altro, non essendo questa la sede” questo il commento della Volpe. Ma cosa aveva scritto Roberto Parli? Davvero gravi le accuse del suo ex che sosteneva di avere le prove che c’è un uomo che ha girato nudo in quella che era la loro casa e sotto gli occhi della figlia.

“Per difendere mia figlia sono disposto a tutto” e infatti Parli ha pubblicato la foto di Adriana Vole con Marco Profeta che è avvocato e cantautore romano ma anche inviato di Ogni Mattina, il programma condotto dalla presentatrice su Tv8. Le insinuazioni  hanno fatto scattare Adriana Volpe, ecco il perché di quel post così duro. 

La verità come sempre la conoscono solo i diretti interessati ma forse non era per niente necessario fare finire tutto questo sui social e lavare i panni sporchi su Instagram. Dalla partecipazione di Adriana Volpe al GF Vip in poi tutto è stato messo in piazza ma forse per il bene della bambina tutto questo andava evitato. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.