Skin è mamma a 54 anni, originale il nome della figlia

skin figlia

Un lungo e dolce annuncio sui social, così Skin ha svelato la nascita della figlia. La cantante degli Skunk Anansie ha pubblicato anche tre foto che mostrano la gioia immensa, la sua felicità e quella della sua compagna, è lei, Ladyfag, che ha dato alla luce la loro bimba. Skin è diventata mamma per la prima volta a 54 anni, la piccola è nata il 25 novembre scorso, il giorno del Ringraziamento e solo adesso, dopo una settimana, la coppia ha deciso di dare la notizia: hanno così anche svelato il nome scelto per la figlia: si chiama Lev Lilah. Presentazioni già fatte anche sui Instagram, c’è il dolce visino della bimba appena nata tra le braccia delle mamme.

Skin presenta al mondo la sua famiglia dopo la nascita della figlia

Skin e Ladyfag stanno insieme da cinque anni. Nel 2020 aveva annunciato il loro matrimonio ma a causa della pandemia hanno dovuto rimandare tutto. Hanno però deciso di diventare mamme, di regalarsi la gioia più grande.

“Sono felice di annunciare che alle 5.55 del giorno del Ringraziamento è nata la nostra piccola Lev Lilah, di 2 chili e 800 grammi. Sono dannatamente felice di aver passato la più importante settimana della mia intera vita a occuparmi di questa fantastica nuova anima con la mia stupenda compagna Ladyfag, che è rimasta straordinariamente calma chiacchierando fino a un’ora prima del parto” scrive la cantante al settimo cielo.

“Questa piccola meravigliosa creatura ci ha sciolto il cuore. Nessuno può prepararti per un amore così grande e incondizionato come quello che noi adesso proviamo per lei. Lei è incredibile ed entrambe le mamme stanno bene e sono super felici! Grazie alle nostre famiglie per l’aiuto e il supporto, benvenuta al mondo Lev Lylah”. Auguri alle mamme, ma come sempre anche questa nascita è destinata a dividere chi ha opinioni diverse, scelte diverse.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.