Come sorelle il gran finale: nell’ultima puntata colpi di scena ma giustizia è fatta

E’ andata in onda il 26 agosto 2020 l’ultima puntata di Come Sorelle, la fiction turca che tanto ha appassionato il pubblico in queste sere d’estate. La storia delle tre ragazze che hanno scoperto di essere sorelle dopo più di 24 anni, è arrivata al gran finale, non senza clamorosi colpi di scena. Alla fine però questa volta a trionfare sono i cattivi, anche se Deren, Cilem e Ipek hanno dovuto pagare per gli errori commessi.

Ma andiamo per gradi. Vi raccontiamo nel nostro riassunto tutto quello che è successo nell’ottava e ultima puntata di Come sorelle.

COME SORELLE IL GRAN FINALE: IL RIASSUNTO DELL’ULTIMA PUNTATA

Nell’ottava e ultima puntata di Come sorelle, le quattro ragazze, ormai anche Azra fa parte della famiglia, pensano di essere in salvo grazie al gesto fatto da Cahide, che ha persino spostato il cadavere di Tekin. Quello che non sanno è che Cemal non aveva solo le foto originali nella sua cassaforte. Ha le immagini di quella drammatica notte, quella in cui hanno seppellito Tekin, anche in altri luoghi, pronto a usarle. Cahide quindi non può che cedere alle minacce di suo cognato: lo sposerà.

Ma la donna rivela alle sue figlie di avere un progetto: faranno un lungo viaggio, con dei passaporti procurati dalla sua amica. Le ragazze si preparano a lasciare per sempre la Turchia ma questo significa anche lasciare i tre uomini di cui si sono innamorate. L’unico a sapere quello che sta succedendo nelle vite delle quattro ragazze è Sinam, che conoscendo bene suo padre, ha perdonato le giovani sorelle per averlo ucciso.

Il non poter dire nulla agli altri, provoca grande dolore in Azra che deve rinunciare alla proposta di matrimonio ricevuta. Anche Deren non dice niente al suo fidanzato e si prepara a lasciare la Turchia insieme alle sue sorelle e a sua madre.

Ma tutto cambia improvvisamente per due motivi. L’avvocato di Cemal decide che è arrivato il momento di mettere fine alle sue angherie e per questo consegna a Kenan le prove che dimostrano che è stato lui a uccidere 24 anni prima il marito di Cahide. La polizia arriva quindi alla tenuta e lo arresta. Cahide e le sue tre figlie stanno per partire insieme ad Azra ma la ragazza alla fine ha un ripensamento. Non vuole scappare, vuole confessare tutta la verità sull’omicidio di Tekin. Anche Ipek e Deren decidono che è giusto farlo.

Le tre ragazze finiscono in carcere mentre Cahide e Cilem restano a vivere nella tenuta di Ipek. La ragazza partorisce e nasce una bellissima bambina mentre i tre fidanzati delle giovani, attendono che escano dal carcere. Tre anni dopo l’arresto, il giudice accoglie l’istanza delle tre giovani che possono lasciare il carcere: hanno ucciso Tekin ma solo per legittima difesa.

E così Ipek, Azra e Deren tornano a casa e possono finalmente riabbracciare i grandi amori della loro vita.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.