Nine Perfect Strangers la nuova serie su Prime: i primi tre episodi non convincono

E quindi? E’ un po’ questa la domanda che ci si pone dopo i primi tre episodi di Nine Perfect Strangers, serie alla quale si danno una serie di possibilità ( dopo il primo più che noioso episodio) solo per il cast stellare che partecipa al racconto. Pensi e speri che attori di quel calibro abbiano letto bene la sceneggiatura e abbiano accettato di essere protagonisti di una serie wow, non di una serie bho. E il fatto che Nicole Kidman sia una delle protagoniste, dopo aver inanellato una serie di successi seriali incredibili, ti porta a credere che devi fidarti, continuare fino in fondo perchè forse primo o poi, la serie decollerà. In realtà i primi tre episodi di Nine perfect Strangers ( Nove perfetti sconosciuti) lanciata su Amazon Prime Video questa settimana, deludono parecchio e lasciano diverse perplessità nello spettatore. Ti aspetti che da un momento all’altro succeda di tutto, perchè le premesse ci sono, eccome se ci sono, ma poi non succede praticamente nulla. Ti aspetti che quella luce che invade lo schermo con dei colori mozzafiato, diventi presto più cupa e porti la narrazione su un altro livello. Ma dopo praticamente due ore non è successo niente. Il vuoto cosmico. Il pubblico avrà la forza e la voglia di andare avanti per capire se ne sarà valsa la pena?

Nine Perfect Stangers: la storia della nuova serie su Amazon Prime Video

Tranquillum House, il centro olistico immerso nel verde nel quale i «nove perfetti sconosciuti» del titolo cercheranno di risolvere i propri problemi è al centro di questa storia. Si tratta di una sorta di rehab per chi ha soldi e per chi li sta facendo un grande investimento pur di voltare pagina. Nove persone, per svariati motivi, cercano in una sorta di santona, interpretata da Nicole Kidman, uno stile di vita diverso, che permetta loro di voltare pagina. C’è la famiglia provata per la perdita del figlio morto suicida; c’è la ragazza bellissima ma insicura che crede di essere grassa, poco interessante e incapace. C’è la scrittrice di fama mondiale che è stata truffata da un uomo con il quale ha avuto una relazione virtuale per sei mesi. E poi ancora ci sono un ex campione caduto in disgrazia a causa di un infortunio, ora dipendente da farmaci e alcol. Alle storie di chi è arrivato a Tranquillium House si aggiungono anche quelle dei lavoratori. Masha, interpretata da Nicole Kidman, sembra avere un passato losco, potrebbe aver fatto del male a molte persone, e per questo qualcuno ha cercato di ucciderla ma lei è sopravvissuta e da quel momento ha cambiato vita.

Queste le premesse, poi il vuoto. Perchè per tre episodi, con ritmi molto lenti, la serie non regala null’altro. Forse tutto quello che abbiamo appreso nel corso delle prime puntate ci servirà in un secondo momento quando la narrazione si farà avvincente. E chi lo sa! Dopo aver visto i primi tre episodi di Nine Perfect Strangers possiamo salvare il cast: attori formidabili che regalano interpretazioni come se ne vedono poche tutte insieme in una serie. Del resto se sei Amazon te lo puoi permettere. Michael ShannonMelissa McCarthy, Bobby Cannavale,  Regina Hall, Luke Evans, Manny Jacinto un cast da urlo che deve per forza regalarci anche altro, oltre alla bravura che ti aspetti se metti isieme questi nomi.

Ma la strepitosa intensità degli interpreti non può salvare di certo una serie, per cui urge svolta che speriamo davvero, arrivi il prima possibile.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.