L’amica Geniale 4 anticipazioni: tutto quello che vedremo nella quarta stagione

l'amica geniale 4 anticipazioni

Non sappiamo quando andrà in onda ma sappiamo già che il gran finale ci sarà, probabilmente nel 2023. L’amica geniale 4 è il capitolo della saga di Elena Ferrante, è la Storia della bambina perduta che ci narra, quello che è l’ultimo atto di una storia che è stata letta nel mondo, da milioni di persone. Elena e Lila saranno ovviamente protagoniste. Non più adolescenti, non più mamme alle prime armi, mogli amareggiate e deluse. Ritroveremo donne segnate ma anche sognati, con la voglia di lottare, nella prima parte della storia, per poi vivere un nuovo dramma, che ci catapulterà verso un finale pieno di interrogativi, dubbi e domande alle quali non necessariamente avremo delle risposte. Proprio per questo motivo, ne L’amica geniale 4, non dovremmo ritrovare le due attrici che hanno prestato il volto a Elena e Lenù. Non ci saranno più Margherita Mazzucco e Gaia Girace. Al loro posto arriveranno probabilmente due attrici più mature, che ci porteranno nella nuova vita di Elena e Lila che, dopo anni si ritroveranno a combattere per le stesse battaglie nella Napoli dalla quale, entrambe, avrebbero voluto andare via. L’amica che era fuggita, è l’amica che è tornata ma che comunque, non ha solo Napoli nel suo destino. L’amica che è restata, è l’amica che se ne andrà, ma per sempre, senza che nessuno sappia più nulla sul suo conto. E’ quello che succederà nel quarto capitolo de L’amica geniale che riprenderà da dove lasceremo questa sera, con l’ultima puntata in onda il 27 febbraio 2022.

Abbiamo lasciato Elena su un aereo, alla sua prima volta. Il tempo si è fermato o forse finalmente è tornato a scandire gli attimi di una vita che per un lungo periodo non è stata quella che lei avrebbe sognato. E’ al fianco di Nino e non le importa, nelle poche ore di volo che deve affrontare, quello che sarà di lei. Penserà dopo a Elsa, a Dede, a Pietro e a tutto quello che la attende quando rientrerà a Firenze…

L’amica Geniale 4: tutto quello che vedremo nella quarta stagione

Dopo essere andata in Francia con Nino, Elena scopre che l’uomo non ha davvero lasciato la moglie come le aveva detto, comunque decide di restare con lui e tornare a Napoli per stargli vicino. Elena però ha rinunciato a tutto per stare con Nino, non può chiaramente tornare sui suoi passi e continua a credere a tutto quello che Nino le racconta. Porta con se anche le due bambine, che si ritrovano catapultate in una vita che non era la loro…Poco tempo dopo, Elena resta nuovamente incinta, così come Lila resta incinta di Enzo, e le due danno alla luce delle figlie a tre settimane di distanza. Sembra quasi essere un altro segno del destino. Lila chiama la figlia Annunziata (Tina) come sua madre, Elena la chiama Immacolata (Imma), come la madre che poco dopo muore di cancro.

Elena a Napoli ritrova anche Antonio, che sta lavorando per Lila. Antonio le ha sempre voluto bene e non può tollerare che Elena venga umiliata da Nino, che non solo non ha lasciato la moglie, ma ha anche altre amanti. Nino voleva essere diverso da quel padre che tanto odiava ma in fondo, probabilmente, è stato sempre proprio come lui…Antonio informa la sua amica di quello che Nino fa realmente, e di tutti gli incontri segreti che ha con altre donne…Elena cambia casa e va a vivere nello stesso stabile di Lila.

In pochi mesi il rapporto fra le due amiche si fa ancora più stretto. In seguito alle minacce di Michele Solara durante il funerale di Alfonso Carracci (ucciso a bastonate perché omosessuale), le due scrivono un articolo di denuncia contro i Solara, che ora gestiscono il traffico dell’eroina nel rione. Elena e Lila sono sempre state amiche di Alfonso e sapevano della sua omosessualità.

Intorno a Lila e a Elena succede anche altro; la droga inizia a circolare non troppo lontano da loro e tra le vittime di questa situazione c’è Rino, il fratello amato di Lila che infatti morirà per overdose e Gennaro, il figlio di Lila, che però verrà tirato fuori in tempo.

Se dal punto di vista sentimentale la vita di Elena Grego è molto turbolenta, quella lavorativa finalmente sembra andare bene. La donna ha infatti pubblicato il suo terzo libro e con l’articolo in cui parla della morte di Alfonso, trova nuova fama ( il nome di Lila non è però comparso). La vita di Elena e Lila, ma soprattutto quella della Cerullo, cambia per sempre un giorno per caso.

Il 16 settembre 1984 Tina sparisce misteriosamente, dopo essere andata in giro con la figlia di Elena e Nino, che non si assume alcun tipo di responsabilità in quanto riconosce di averla consegnata ai genitori. Ma Lila è convinta che le cose siano andate in modo diverso. Varie voci iniziano a circolare e la più nota è quella che Tina stava inseguendo una palla blu lungo lo stradone, quando è passato un camion sporco di fango che ha portato via, senza alcun rumore o urto, il corpo di Tina, per sempre.

Enzo, pazzo di dolore, crede siano stati i Solara, ma Lila, che non ha mai creduto alla storia del camion pirata, si convince che la piccola sia ancora viva e che prima o poi ritornerà. Come detto in precedenza, questo evento tragico nella vita di Lila cambierà il corso della sua vita. Inizia per lei un momento drammatico che la porterà a un deperimento fisico e morale, tanto da arrivare a lasciare l’amato Enzo . A sua volta, l’uomo, deciderà di lasciarsi Napoli alle spalle e si trasferirà a Milano. Lila continua a pensare che sua figlia sia viva. Ricordando un discorso fatto con Pietro, decide di interessarsi della storia di Napoli. Per lei quella diventa una vera e propria ossessione.

“Ci sono momenti in cui ciò che si colloca ai lati della nostra vita e che pare le farà da sfondo in eterno – un impero, un partito politico, una fede, un monumento, ma anche semplicemente le persone che fanno parte della nostra quotidianità – viene giù in modo del tutto inaspettato, e proprio mentre mille altre cose c’incalzano. Quel tempo fu così. Giorno dopo giorno, mese dopo mese, a fatica si aggiunse fatica, a tremore tremore. Per un lungo periodo mi sembrò di essere come certe figure dei romanzi e dei quadri che stanno ferme su una rupe o sulla prua di una nave fronteggiando una tempesta che però non le travolge e anzi nemmeno le sfiora.”

Il successo del libro porta Elena via dal rione, va a vivere di nuovo al nord, mentre le sue figlie sono ormai diventate grandi. Elena sente la necessità di raccontare una storia che la riguardi in prima persona, per questo infrange una promessa fattale anni prima e nel 2007 scrive di lei, nel racconto “Un’amicizia”: Lila non glielo perdona e tronca i rapporti. Dopo tre anni, nel 2010, Gennaro, il figlio di Lila, contatta Lenù per informarla della sparizione della madre e dopo qualche giorno Elena riceve in un pacchetto avvolto nella carta di giornale Tina e Nu, le due bambole con cui lei e Lila giocavano da bambine e la cui sparizione attribuivano a Don Achille. Quelle bambole a quanto pare, sono sempre state nelle mani di Lila. Elena viene quindi a sapere che la sua amica, proprio come era successo a Tina, è scomparsa per sempre.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.