La fiction che ci ha delusi di più nel 2022: Noi-La serie

Se c'è una fiction che ci ha davvero molto delusi, bhè quella è Noi, il remake italiano di This Is Us
noi la serie flop

Avevamo davvero grandi, grandissime aspettative dalla serie Noi, di Rai 1 ( tra gli attori protagonisti del remake di This Is Us, Lino Guanciale e Aurora Ruffino). Insieme alla curiosità c’era però anche grande paura, paura che il progetto non fosse all’altezza dell’originale. Arrivare ai livelli di una delle serie più amate al mondo e più premiata degli ultimi anni, non era cosa facile. E forse uno dei problemi principali di chi ha messo insieme tutti i pezzi, è stato proprio quello di pensare che si sarebbe potuto fare di meglio. Sarebbe bastato forse, comprendere che l’Italia poteva avere la sua This Is Us, con le sue storie, gli aneddoti, i racconti. Gli sfondi di un paese diverso, per tradizioni, cultura, costumi. E invece, la spocchia di pensare che gli italiani sono sempre meglio degli americani quando si tratta di mettere insieme una serie tv, ha sporcato un lavoro che poteva dare di più. Alla fine, Noi-La serie, pubblicizzata come una serie evento su Rai 1, non ha solo deluso il pubblico, deluso le aspettative, fatto crollare gli ascolti ( è a oggi una delle serie meno viste del 2022). Ha anche cancellato la speranza di chi ci aveva creduto di poter vedere una This Is Us italiana che ci raccontasse e ci rappresentasse. Di tutto quello che non ha funzionato, abbiamo parlato fino allo sfinimento: tra gli errori principali un cast non degno della storia raccontata; costumi e trucco imbarazzanti, errori grossolani. Insomma Noi-La serie è stata davvero una grande, grandissima delusione. E badate bene, non l’abbiamo voluta neppure paragonare all’originale, perchèil confronto, sarebbe stato decisamente impietoso. Le due serie, non sono neppure lontanamente avvicinabili.

Qui per chi volesse approfondire, il nostro focus

Noi-La serie è stata una delusione anche per la Rai. Non c’è stato bisogno di ammetterlo, il fatto che la Rai avesse comprato i diritti delle prime tre stagioni ( la serie americana si compone di sei stagioni) e abbia deciso di non produrre neppure la seconda, fa comprendere quanto, la delusione, sia stata grande anche per chi ha preso le decisioni. Un peccato, perchè capovolgendo diversi paradigmi, e raccontando una famiglia in modo diverso ( come è successo ad esempio per Tutto può succedere), forse il risultato, sarebbe stato quanto meno apprezzabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.