Fiori sopra l’inferno la nuova fiction di Rai 1 con Elena Sofia Ricci: le anticipazioni

Fiori sopra l'inferno è la nuova fiction di Rai 1 con Elena Sofia Ricci nei panni di Teresa : ecco le anticipazioni
fiori sopra l'inferno

Messa via la tonaca di Suor Angela, Elena Sofia Ricci è pronta a conquistare il cuore del pubblico di Rai 1 con un nuovo personaggio. Sarà infatti protagonista della serie Fiori sopra l’inferno che arriverà in prima serata da lunedì 13 febbraio, subito dopo Sanremo. Saranno tre le puntate di Fiori sopra l’inferno la nuova fiction del lunedì sera di Rai 1. Oggi, in sede di conferenza stampa Elena Sofia Ricci ha spiegato che cosa le è piaciuto del personaggio che andrà a interpretare: “Ho letto il romanzo di Ilaria Tuti e ho capito che dovevo fare questa serie. Il cuore di Fiori sopra l’inferno è l’infanzia violata. Teresa è un commissario senza pistola: la sua arma sono mente, cuore e anima; combatte il mostro dentro e fuori di sé“. Ma di che cosa parla la nuova fiction in onda a febbraio su Rai 1?

A giudicare dalle anticipazioni ufficiali, vedremo un’Elena Sofia Ricci come non l’abbiamo mai vista, alle prese con una storia che ha appassionato i lettori con il romanzo d’esordio di Ilaria Tuti.
Un piccolo paese di montagna. Paradiso apparente che nasconde tra i suoi vicoli silenzi e inconfessabili segreti. Un killer che si lascia alle spalle una scia di sangue per difendere un gruppo di bambini ignorati e maltrattati da chi dovrebbe proteggerli. Scopriamo quindi le anticipazioni in attesa di vedere le tre puntate della nuova fiction di Rai 1.

Fiori sopra l’inferno la nuova fiction di Rai 1: la trama

Teresa Battaglia (Elena Sofia Ricci) è un’esperta profiler di quasi sessant’anni, arrivata dalla città assieme alla sua squadra, composta dall’ispettore capo Giacomo Parisi (Gianluca Gobbi) e dal giovane Ispettore Massimo Marini (Giuseppe Spata), in fuga da sé stesso e dal proprio passato. Forte, tagliente e caparbia, trovare le risposte è il mestiere di Teresa. Ma cosa accade quando, a causa dei primi sintomi dell’Alzheimer, sono le domande a sparire? Teresa ha tutte le intenzioni di scoprire chi è il killer e di salvare quelle che potrebbero essere le prossime vittime. Ma deve fare i conti con la sua malattia e con un fattore del quale non può non tenere conto: la perdita di lucidità.

Una co-produzione Rai Fiction-Publispei, per la regia di Carlo Carlei, con il sostegno della Friuli Venezia Giulia Film Commission e la collaborazione della Polizia di Stato.

Elena Sofia Ricci entusiasta del suo personaggio

E ‘ la stessa attrice a dare delle anticipazioni sul suo ruolo: «Teresa è un’esperta in profilazione di serial killer. Una donna che ha passato qualche inferno personale e, per questo motivo, appare ruvida, graffiante. Abituata a scandagliare nella profondità degli abissi umani alla ricerca di mostri, dovrà fare i conti con i suoi, di mostri. Il diabete, di cui soffre il suo corpo, e i primi sintomi del morbo di Alzheimer che offuscano la sua mente, la sua memoria. Fragilità che la rendono ancora più dura…» ha detto Elena Sofia Ricci in una intervista per Tv, sorrisi e canzoni.

Fiori sopra l’inferno: il successo del romanzo

A proposito del libro, che ha riscosso un grande successo, vi mostriamo alcuni commenti entusiasti. Ricordiamo inoltre che il libro è stato pubblicato nel 2018.

«Una vicenda piena di colpi di scena con una scrittura tesa, rapida e che sa sfruttare l’ambientazione a dovere: le montagne, la natura primitiva, il bosco.»
Wired.it – Alberto Grandi

«Un thriller che entra nelle pieghe dell’animo, e ci fa scoprire un’autrice da seguire attentamente.»
Marie Claire – Marta Cervino

«Il primo romanzo di Ilaria Tuti, “Fiori sopra l’inferno”, è un thriller. Ma racconta, attraverso il mistero e la morte, la vita.»
Vanity Fair – Antonella Lattanzi

«Ilaria Tuti sa conquistare e mantenere alta l’attenzione dei lettori.»
Robinson – La Repubblica – Claudia Morgoglione

«Il primo romanzo di Ilaria Tuti, Fiori sopra l’inferno, è un thriller. Ma racconta, attraverso il mistero e la morte, la vita.»
Vanity Fair – Antonella Lattanzi

«Ilaria Tuti con Teresa Battaglia non ha creato un semplice personaggio, bensì una persona autentica e tridimensionale. Con la sua protagonista, Ilaria Tuti fa il miglior regalo che uno scrittore possa fare ai suoi lettori: qualcuno cui affezionarsi.»
Donato Carrisi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.