C’è posta per te vince ancora: qual è il segreto del successo di Maria De Filippi?

Seconda puntata, seconda vittoria, secondo record stagionale per il sabato sera di Canale 5. Quasi sei milioni gli spettatori che hanno scelto di seguire C’è posta per te, che si sono lasciati guidare dalle parole di Maria, travolgere dalle emozioni ma che si sono lasciati portare anche nelle storie delle famiglie che hanno deciso di chiedere a Maria una possibilità. Qual è il segreto del successo di C’è posta per te, di Maria della sua squadra…Ne abbiamo parlato anche lo scorso sabato quando cercavamo di capire come sia possibile che gli anni passino, il programma resti sempre lo stesso ma colpisce ancora il pubblico, arrivando poi a toccare un target totalmente diverso, dai bambini più piccoli agli anziani. Il successo di Maria sta probabilmente nella scelta delle storie, dei personaggi che devono entrare in quello studio, sedersi di fronte alla busta, personaggi che, seppur reo confessi di errori, grandi o piccoli che siano, nascondono poi quasi sempre qualcosina a Maria per rendere ancora più interessante la dinamica del racconto. La varietà di genere poi rende le puntate di C’è posta per te sempre diverse anche se l’entusiasmo del pubblico raggiunge i massimi livelli quando davanti a quella busta si svolgono scene epiche come il “crepa” della matrigna alla figlia che resterà negli annali della tv, del mondo social e di tutto quello che riguarda il piccolo grande mondo di Maria. CLICCA QUI PER APPROFONDIRE Il successo di C’è posta per te è legato a Maria che piaccia o non piaccia è una regina incontrastata nelle scelte che fa, e anche in quelle che non fa. La sua voce narrante potrebbe anche disturbare, si perde tra le pieghe delle lettere sbagliando troppo spesso le pause tra una frase e l’altra ma piace anche per questo; piace il suo modo di camminare su quei tacchi altissimi, l’ironia con la quale ormai affronta alcuni soggetti particolari che arrivano in quel di Canale 5. Piace perchè è Maria. Piacciono gli ospiti che entrano in quello studio e la domenica mattina, nel bene o nel male siamo tutti qui a parlare di lei.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.