Cora e Marilù Fazzini a Vieni da me, la maleducazione delle gemelle sottolineata da Caterina Balivo (Foto)

le gemelle fazzini a vieni da me

Non è stato un intervento semplice per Cora e Marilù Fazzini a Vieni da me oggi (foto). Simpaticissime ma per Caterina Balivo non c’è dubbio che negli episodi che ha mostrato de Il Collegio non siano state molto educate. Scorrono le immagini del reality di Rai 2 e la discussione con il professore Maggi o meglio le discussioni sono al centro dell’intervista delle due gemelle. Mancanza di umiltà e maleducazione, forse per la prima volta Cora e Marilù sono in difficoltà, quasi tutti contro loro due ma è giusto che ai ragazzi non arrivi l’esempio sbagliato. Si tratta di uniti di vista diversi, quello dei giovanissimi contro quello degli adulti. Loro due sono diventate famose, hanno saputo fare spettacolo, confessano che a scuola non si comporterebbero mai così, che il reality è diverso dalla vita reale, ma la loro maleducazione di quei momenti resta.

LE GEMELLE FAZZINI DA IL COLLEGIO A VIENI DA ME

La discussione con il professor Maggi, la maleducazione di Marilù ma lei non è d’accordo: “Io sono un essere umano e anche il professore deve portare educazione e rispetto, io venivo presa di mira”. Dura la risposta di Caterina Balivo: “Io da figlia di professori ti dico che mi sei sembrata molto maleducata. Tu lo rifaresti dopo avere rivisto il video? Voi a scuola rispondete male?”.

Cerca di difenderla Cora, in quella occasione era molto arrabbiata, era una situazione particolare, c’erano regole del 1968. Ma anche per Cora ci sono le immagini di risposte poco carine al professore di italiano. Il professore Maggi intanto osserva tutto dietro le quinte e dopo averle salutate commenta: “La cosa che mi dispiace è che Cora non abbia trovato l’umiltà di chiedere scusa. Da bambino mi insegnavano che quando un adulto parla io dovevo stare zitto adesso i ragazzi mi dicono che un adulto deve stare zitto…”. Ha cercato anche di aiutarle durante Il Collegio ma è un aiuto che per loro due sembra non avere prodotto frutti. “Insegnare l’umiltà è un compito dei professori. L’umiltà e l’unico antidoto all’arroganza e ci salva la vita”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.